Cosa vedere a Capri in uno o due giorni oltre ai Faraglioni e alla Grotta Azzurra

Quando ci imbattiamo in qualche foto delle Maldive, delle Hawaii o della Polinesia scatta inevitabilmente il desiderio di trovarsi in quel tipo di paradiso incontaminato.

Sembra quasi che le acque cristalline o dalle mille sfumature di azzurro e blu con spiagge bianche e finissime esistano solo in quei luoghi lontani.

In realtà, anche l’Italia offre scenari di questo tipo, da Nord a Sud: vere perle di bellezza che attirano turisti da tutto il Mondo.

Tra questi gioielli a dir poco invidiabili è impossibile non citare l’Isola di Capri: è piccola, romantica e si affaccia sul mare blu.

La sua notorietà ha radici molto profonde, tanto che pare fosse già molto amata ai tempi degli antichi Romani.

Negli anni Cinquanta era particolarmente apprezzata dai maggiori divi di Hollywood e ancora oggi è meta ambita dal jet set internazionale.

Pensando a Capri, la prima e più comune associazione di idee è quella collegata ai suggestivi e caratteristici Faraglioni o alla romantica Grotta Azzurra.

In realtà, l’isola si pregia di altri posti che non dovremmo assolutamente lasciarci sfuggire se dovessimo sceglierla come meta del nostro prossimo weekend.

Ecco dunque cosa vedere a Capri in uno o due giorni, anche a piedi: del resto, la sua estensione è di appena 17 km.

Il punto di partenza potrebbe essere la nota Piazzetta, cuore pulsante della vita sociale turistica e locale.

Da qui prendiamo la funicolare verso il porto di Marina Grande, così da prenotare la barca per andare a fotografare appunto Faraglioni e Grotta Azzurra.

Scegliendo il tour completo, avremo poi l’occasione di visitare la Grotta Rossa, così chiamata per il fondale corallino, e il Salto di Tiberio.

Cosa vedere a Capri in uno o due giorni oltre ai Faraglioni e alla Grotta Azzurra

Ma i Faraglioni li possiamo anche ammirare via terra dal sentiero belvedere di Tragara, che costeggia l’isola fino all’Arco Naturale.

Si tratta di una suggestiva formazione rocciosa risalente al Paleolitico, che affaccia proprio sul mare.

Altro itinerario da non perdere è quello di via Krupp: ad ogni curva si apre una prospettiva sul mare nuova e meravigliosa.

Raggiungiamo poi la coloratissima Anacapri, da cui parte una teleferica che porta in vetta al Monte Solaro: qui, nuovi panorami mozzafiato ci attendono.

Dopo tanto camminare, non resta che godersi un po’ di spiaggia e quindi via verso Faro di Punta Carena, ottimo per la qualità dei tramonti.

Lettura consigliata

Fare foto di viaggio che sembrano cartoline e lasciano a bocca aperta è facilissimo se si conoscono questi trucchetti

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te