Cosa seminare o piantare nel mese di maggio per ottenere un raccolto prospero e abbondante

Quando si tratta di agricoltura la tempestività e la reattività sono doti indispensabili. Ogni aspetto deve essere valutato con cura. Anche i più piccoli particolari, apparentemente insignificanti, possono creare situazioni davvero spiacevoli e perdite economiche ingenti. Per evitare che tutto ciò accada è conveniente programmare, con largo anticipo, le procedure agronomiche da effettuare. Alla luce di ciò capiamo insieme cosa seminare o piantare nel mese di maggio per ottenere un raccolto prospero e abbondante.

Un mese importantissimo per mettere a dimora semi o piante, soprattutto in pieno campo

Il mese di maggio è un mese molto strategico per essere certi di ottenere un raccolto soddisfacente fino a fine anno. Il periodo primaverile, per antonomasia, permette una crescita rigogliosa e abbondante a tutte le varietà arboree. Le temperature che caratterizzano questo mese, salvo annate particolarmente sfavorevoli, si presentano miti e temperate. A differenza del clima rigido invernale o delle temperature asfissianti estive, la stabilità delle condizioni climatiche a maggio è garantita. Sebbene il rischio di sofferenza a livello radicale sia ridotto ai minimi termini, è bene non sottovalutare l’importanza di un’adeguata irrigazione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Cosa seminare o piantare nel mese di maggio per ottenere un raccolto prospero e abbondante

La maggior parte delle varietà annuali, trapiantate o seminate, vengono messe a dimora proprio nel mese di maggio. Tra gli ortaggi più scelti e amati compaiono sia le varietà a foglia sia quelle a frutto. Appartenenti alla famiglia delle Asteraceae, troviamo la lattuga in tutte le sue varietà. Tra le varietà a frutto maggiormente consumate non possono mancare zucchine, patate, melanzane e pomodori. Appartenenti alla famiglia delle Brassicaceae invece, possiamo trovare i cavoli, i crauti, le verze e i broccoli.

A seconda della differente disposizione geografica si possono inoltre piantumare barbabietole, ravanelli, sedano o le principali piante aromatiche. Tra le varietà più interessanti possiamo trovare la camomilla, la menta o la cannella. Sebbene non siano di primaria importanza per la nostra alimentazione, queste piante possono impreziosire molte preparazione e renderle strepitose.

Approfondimento

Come eliminare le erbacce dall’orto in modo naturale

Consigliati per te