Cosa deve fare per proteggere i propri dati personali chi ha ricevuto questo SMS

Nei primi giorni del 2021 l’operatore virtuale di “Vodafone Ho. Mobile” ha emanato un comunicato ufficiale in cui conferma di essere stato vittima di azioni da parte di hacker.

Dopo avere rilasciato questo comunicato ha avvertito, tramite SMS o e-mail, gli utenti vittime del furto di dati. Oltre agli utenti attuali l’operatore ha avvertito anche gli ex clienti con le medesime modalità.

Nell’SMS si precisa che è avvenuta una fuga di informazioni anagrafiche. Che, però, non coinvolge i dati bancari o di pagamento del cliente.

Ciononostante sarebbero stati trovati in vendita sul dark web i dati anagrafici sottratti alla compagnia telefonica.

Quindi, i dati anagrafici (nome, cognome, codice fiscale, data di nascita, indirizzo, nazionalità e numero di telefono) e i dati tecnici della SIM potrebbero essere in vendita sul dark web.

La compagnia telefonica ha anche sottolineato di essersi mossa per aumentare i livelli di sicurezza a tutela dei suoi clienti. Le nuove misure di protezione verranno comunicate in seguito agli utenti.

Ecco come si deve comportare per proteggere i propri dati personali chi ha ricevuto questo SMS.

Recarsi fisicamente in un negozio autorizzato

I clienti che hanno ricevuto la comunicazione dovranno recarsi fisicamente in un negozio “Ho. Mobile” autorizzato per la sostituzione della SIM.

In questa fase sarà necessario il riconoscimento fisico del cliente che dovrà portare con sé un documento d’identità e la vecchia SIM.

Pertanto non sarà possibile farsi spedire la SIM a casa. La sostituzione avverrà gratuitamente. E non sarà richiesto di cambiare numero di telefono.

Nel caso in cui non si sia ricevuta alcuna comunicazione ufficiale da parte dell’operatore telefonico non bisognerà fare nulla. I dati non risulteranno sottratti.

SIM swap

Tra i rischi che potranno correre i soggetti a cui sono sottratti i dati ci sarà la SIM swap, il furto d’identità.

I criminali, essendo in possesso dei dati del malcapitato, potranno utilizzare numero di telefono ed e-mail per resettare tutte le password.

Questo potrà essere fatto anche con riguardo ad account collegati ad applicazioni di pagamento o di conti correnti bancari o postali.

Il rischio è, appunto, quello che i truffatori possano impossessarsi dei dati bancari delle vittime.

Per questo motivo è importantissimo che chi ha ricevuto l’SMS si rechi immediatamente a sostituire la SIM per proteggere i propri dati personali.

Phishing

Un altro rischio che potranno correre le vittime di questo furto di dati sarà legata al phishing.

Bisognerà, infatti, prestare molta attenzione a SMS o a e-mail che si riceveranno nei prossimi tempi. Soprattutto se da parte di istituti bancari.

I truffatori potrebbero mettere in atto il loro piano fingendosi operatori bancari per carpire la fiducia della vittima dimostrando di conoscerne i dati personali.

Insomma, i truffatori utilizzeranno i dati della vittima per convincerla della legittimità della loro operazione.

Quindi, chi ha ricevuto questo SMS, dovrà comportarsi come descritto sopra e, soprattutto, dovrà prestare molta attenzione alle possibili mosse future dei truffatori.

Per ulteriori informazioni si consiglia la lettura di questo articolo.

Consigliati per te