Compiere queste azioni può salvare la vita del cane in situazioni di emergenza 

Quando entra in gioco la salute, anche del proprio cane, è assolutamente indispensabile affidare il tutto alle sapienti mani di uno specialista del settore. Bisogna scongiurare il più possibile ogni intervento fai da te.

Tuttavia, la Redazione di ProiezionidiBorsa aveva affrontata l’importanza della tempestività in situazioni di emergenza nella salute del cane in questo articolo.

Nello stesso, la Redazione elenca alcuni consigli su come agire in caso di soffocamento dell’animale. Oggi intende approfondire il tema con una mini-guida che spiega perché compiere queste azioni può salvare la vita del cane in situazioni di emergenza.

Contatto con sostanze pericolose

Questo primo caso è quello in cui il cane ha contatti diretti con un materiale o una sostanza che nuoce alla sua salute. Questa potrebbe essere uno shampoo o un materiale di realizzazione della pettorina, che provoca una reazione allergica. Oppure, ancora, il cane potrebbe subire gli effetti di una sostanza spray tossica.

In tutti questi casi, in genere, è possibile notare un rossore a livello oculare, problematiche alle vie nasali e un generale senso d’irrequietezza nell’animale. È fondamentale contattare immediatamente il veterinario, ma anche allontanare la sostanza o il materiale sospetto da occhi, naso e bocca.

Calore eccessivo

Il secondo caso è quello di un’esposizione eccessiva del cane ai raggi solari. Negli umani è il tipico colpo di calore e lo stesso può accadere con riferimento agli animali. I sintomi in questo caso sono molto evidenti e comportano un ritmo cardiaco accelerato, una respirazione a singhiozzo, lingua tenuta all’esterno della bocca.

In questo caso è buona norma spostare il cane in un luogo fresco e tentare di abbassare la temperatura corporea. Potrebbe bastare anche un po’ di stoffa leggermente inumidita intorno al collo. Qualora i sintomi dovessero persistere, consigliamo di contattare il proprio veterinario.

Convulsioni

Compiere queste azioni può salvare la vita del cane in situazioni di emergenza, è chiaro. Anche in caso di convulsioni, nell’attesa dell’arrivo del medico veterinario, è opportuno compiere alcune azioni. Se il cane è in preda a convulsioni, non bisogna assolutamente trattenerlo. È buona norma, tuttavia, eliminare ogni oggetto contundente o d’intralcio nel suo percorso. Consigliamo comunque di tentare di rassicurarlo con un tono della voce deciso e calmo.

Ingerimento sostanze pericolose

L’ultimo caso più frequente è quello d’ingerimento di sostanze tossiche per l’animale. I sintomi più comuni sono vomito, diarrea o bava alla bocca. Contattare immediatamente il veterinario è fondamentale ma, nell’attesa, consigliamo di tentare d’individuare la possibile sostanza tossica.

Raccomandiamo di raccoglierla in una bustina o un contenitore e di consegnarla al medico veterinario per tutti i controlli del caso. Compiere queste azioni può salvare la vita del cane in situazioni di emergenza, in cui la tempestività gioca un ruolo essenziale.

Consigliati per te