Come spazzolare il cane a pelo lungo e a pelo corto in modo corretto

Con il cambio di stagione e in diversi periodi dell’anno il pelo del cane ha bisogno di essere spazzolato. È un’attività che richiede attenzione. Non è da compiere in maniera grossolana e distratta. Per il cane questo momento, come quello del bagnetto, può essere molto traumatico.

È naturale che i cani con il pelo corto hanno meno problemi. I cani con il pelo lungo, invece, devono essere curati un po’ di più per evitare pelo in casa, ma soprattutto disturbi e malattie. Il pelo lungo può intrappolare lo sporco, si creano facilmente dei nodi. Quindi, ecco come spazzolare il cane a pelo lungo e a pelo corto correttamente.

Quando si deve curare un animale, per la sua salute e il suo benessere, questo può reagire in modo inaspettato per paura o per difesa. Basti pensare di fare il bagno ad un coniglio domestico. L’importante è parlare dolcemente, fargli le coccole e movimenti leggeri e lenti. In questo modo non si spaventerà.

Come spazzolare il cane a pelo lungo e a pelo corto in modo corretto

Che cosa serve per spazzolare un cane? È molto importante avere gli strumenti giusti a disposizione. In questo caso si deve acquistare una spazzola per cani. In commercio c’è la distinzione tra le spazzole per cani a pelo corto e quelle per cani a pelo lungo. Infatti, per i primi basta quella a denti corti e stretti oppure il guanto.

Per i cani con il pelo lungo, invece, occorre la spazzola a filo, chiamata anche spazzola a spilli, composta da fili di ferro e metallo. Se il pelo del cane non è soltanto lungo, ma anche riccio, allora meglio optare per il cardatore. I filamenti sono ricurvi. È indicato anche per spazzolare un cane a pelo medio. Infine, si può usare il furminator sia per pelo lungo che per pelo corto.

Occorre iniziare dalla testa e procedere su tutto il corpo in direzione della coda. Si deve procedere sempre verso l’esterno. Un cane a pelo corto, invece, ha bisogno di un movimento verso l’esterno, ma anche di un movimento contropelo e poi di nuovo nell’altro senso. In questo modo si eliminano nodi e cellule morte. Non guasta massaggiare delicatamente.

Cosa succede se non si spazzola regolarmente

Questo è un aspetto che si sottovaluta molto. In realtà, spazzolare il proprio cane è fondamentale per cercare di eliminare i nodi, lo sporco, le pulci, funghi e batteri. Tutti questi elementi possono impedire alla sua pelle di respirare e portare a infezione.

Quanto bisogna spazzolarlo

Se si parla di frequenza con cui pensare al pelo del cane, allora la risposta è questa: una volta alla settimana. Per quanto riguarda il bagno, invece, c’è chi sostiene che è importante lavarlo almeno una volta al mese.

Lettura consigliata

Cani e gatti possono mangiare le more e altri frutti di stagione senza rischi? 

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te