Come rettificare l’ISEE prima della scadenza?

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

L’ISEE identifica la situazione economica del nucleo familiare, compilando i dati richiesti nella DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica). L’ISEE ha una scadenza e termina il 31 dicembre di ogni anno. Ma come rettificare l’ISEE prima della scadenza nel caso le condizioni sono variate e diminuiscono il valore? Verifichiamo cosa fare.

Come rettificare l’ISEE prima della scadenza? I metodi che lo permettono

Che aspetti? Scopri il trading coi CFD con iBroker
con una demo gratuita con dati in tempo reale e perfettamente funzionante

Provala subito!

L’ISEE è uno strumento istituito nel 2015 e permette in base al suo valore di accedere a vari benefici. Più l’indicatore ISEE è basso e maggiori sono le agevolazioni a cui si può accedere.

Il calcolo ISEE è rilasciato dall’INPS ed è valido per tutto il nucleo familiare, considerando come validità un fattore temporale fino al 15 gennaio dell’anno successivo a quello del rilascio.

Ma cosa fare se durante l’anno subentrano dei cambiamenti che modificano le condizioni? È possibile correggere la DSU presentata, apportando integrazione con le nuove informazioni.

ISEE integrato, corrente o nuova dichiarazione

Come rettificare l’ISEE prima della scadenza? La rettifica dipende molto dalla situazione del nucleo familiare.

È possibile accedere all’ISEE integrato se ci si accorge di aver dimenticato i dati di un conto corrente o i dati di una carta prepagata, modificando i dati nel quadro FC3. Trascorsi dieci giorni dalla ricezione dell’attestazione non è più possibile la modifica con l’ISEE integrato.

Se è passato del tempo, allora è possibile rimediare all’errore ripresentando una nuova dichiarazione ISEE che permette di inserire i dati mancanti.

Se, invece, sono variate le condizioni reddituali complessive del nucleo familiare per una percentuale superiore al 25%, è possibile elaborare l’ISEE corrente.

Per poter fare richiesta dell’ISEE corrente bisogna che intervengano le seguenti situazioni:

a) perdita del lavoro sia dipendente o autonomo;

b) variazione del reddito complessivo del nucleo familiare superiore al 25%.

L’ISEE corrente ha una validità di sei mesi e si può presentare solo se già è presente una DSU in corso di validità.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te