Come ottenere l’annullamento di una multa presa con l’autovelox per eccesso di velocità ricorrendo a queste motivazioni

Con la sentenza n. 261/2022, il Giudice di Pace di Gallipoli ha reso dei chiarimenti importanti sulle multe prese con l’autovelox. In particolare, ha deciso di annullare il verbale di accertamento per eccesso di velocità, a causa della scarsa visibilità della postazione mobile. Le ragioni, dunque, dell’annullamento sono state due:

  • carenza di adeguata segnalazione della postazione mobile dove era collocato il dispositivo, del tipo Scout Speed;
  • il tratto di strada in cui è stata rilevata l’infrazione non rientrava tra quelle indicate nel decreto autorizzativo del Prefetto.

Detta autorizzazione deve riguardare la possibilità di effettuare la rilevazione della velocità a mezzo autovelox. Quindi, il conducente potrà impugnare il verbale preso per eccesso di velocità qualora:

  • le postazioni per il suo rilevamento, apposte sulle autostrade, non siano preventivamente segnalate e ben visibili;
  • non ricorrano cartelli o dispositivi di segnalazione luminosi che le segnalino;
  • le modalità di impiego degli indicati dispositivi, stabilite con decreto del Ministro dei trasporti, valgano sia per le postazioni fisse che per quelle mobili.

Altro motivo rilevante di impugnazione

Altro importante motivo di illegittimità della contravvenzione riguarda le prove fornite dall’Amministrazione. Questa dovrebbe fornire rilievi fotografici dai quali risulti, in maniera chiara e dettagliata, come, quando e in quali circostanze sia avvenuta l’infrazione. Non sarebbero sufficienti, dunque, rilievi dai quali emerga solo la targa del veicolo. Inoltre, in assenza di contestazione immediata, la mancata indicazione degli estremi del decreto prefettizio rende il verbale illegittimo. In particolare, ricorrerebbe un vizio di motivazione del provvedimento sanzionatorio.

Abbiamo visto fin qui quali sono le motivazioni da sottendere ad un ricorso avverso in siffatti tipi di sanzione. Quindi, sappiamo qualcosa in più su come ottenere l’annullamento di una multa presa con l’autovelox. Infatti, il difetto esposto poco sopra di motivazione del provvedimento dell’autorità pregiudica il diritto di difesa del conducente e non è rimediabile successivamente. È quanto già ribadito anche da alcune sentenze della Cassazione, come la n. 10918/2021 e la n. 24214/2018.

Come ottenere l’annullamento di una multa presa con l’autovelox per eccesso di velocità ricorrendo a queste motivazioni

In conclusione, quando l’infrazione sia stata accertata a mezzo di apparecchiatura di rilevamento della velocità, occorre che ricorrano specifici requisiti. Diversamente, la contravvenzione potrà essere impugnata dinanzi al Prefetto o dinanzi all’Autorità Giudiziaria competente. Per tutti i motivi esposti, dunque, anche il Giudice di Pace di Gallipoli ha ritenuto l’opposizione del conducente fondata, con conseguente annullamento del verbale impugnato.

Approfondimento

Nulla la multa se manca la prova del tempo e del luogo dell’infrazione, da dimostrare in questo modo, secondo la giurisprudenza

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te