Come fare lo SPID in pochi e semplici passaggi senza impazzire al computer

SPID è un termine che è entrato ormai nell’uso comune di ognuno di noi. Chiunque debba fare un’operazione legata ai servizi delle amministrazioni nazionali o locali ha bisogno di questa chiave di accesso. Chi lo ha adottato lo ha definito semplice, veloce e sicuro, non incontrando, però, il favore di molti che non sono proprio d’accordo con gli aggettivi utilizzati. Soprattutto con l’aggettivo semplice, al momento della creazione.

Il sistema si basa sull’utilizzo di un’unica credenziale, che è la nostra identità digitale, per accedere a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione. Oggi senza SPID è difficile stare. Anche i più anziani sono stati chiamati ad avventurarsi nella sua creazione e vi assicuriamo che non è così semplice come le autorità governative hanno spiegato. Allora proviamo a semplificare al massimo i passaggi da compiere per ottenere la nostra identità digitale.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Come fare lo SPID in pochi e semplici passaggi senza impazzire al computer

Per prima cosa munirsi di un computer e di un telefono cellulare con numero attivo. Oltre a questi, prepariamo la nostra carta d’identità e il nostro codice fiscale. In più dovremmo essere già in possesso di un indirizzo mail di riferimento.

Successivamente bisogna scegliere un identity provider. Cosa significano queste due parole? È un fornitore di servizi digitali. Può essere pubblico o privato. Uno dei più consigliati e semplici, oltre che rassicuranti per gran parte della popolazione anziana, è quello di Poste Italiane. Un nome che si porta dietro una tradizione di affidabilità e riconoscimento che renderà più tranquilli zii e nonne.

La procedura online

Accediamo al sito Poste Italiane, cliccare in alto a destra su servizi online e sulla pagina che si aprirà cercare identità digitale in basso a sinistra. Qui troverete la dicitura PosteID abilitato a SPID. Cliccare su registrati subito. Il sistema ci pone subito di fronte a una scelta. Farsi riconoscere di persona dal nostro Ufficio Postale di fiducia o procedere online? Il consiglio è di scegliere il primo suggerimento, quindi cliccare su prosegui e inserire tutti i propri dati anagrafici. Dopodiché inserire il nostro indirizzo mail di riferimento a cui Poste Italiane invierà immediatamente un Codice OTP da inserire nella schermata successiva. Cliccate conferma e preparatevi a scegliere una password per lo SPID. Stessa cosa dovrà essere fatta per verificare il numero di cellulare. Un codice di verifica sarà inviato via SMS. Inserire e confermare. Per concludere la registrazione, mettiamo tutti i dati della carta d’identità.

Il riconoscimento in presenza

Scegliendo di recarsi all’Ufficio Postale per il riconoscimento, si consiglia di portare carta d’identità e codice per far sì che siano gli incaricati a scannerizzarli. Una volta che spuntiamo questa scelta, la registrazione è completata. Riceveremo poi la mail di conferma, stampiamola e andiamo alle Poste per completare il riconoscimento. Tornati a casa, andremo a controllare di aver ricevuto la mail di conferma definitiva.

Ecco come fare lo SPID in pochi e semplici passaggi senza impazzire al computer. Finito? Non proprio, perché dobbiamo scaricare la app di Poste Italiane sul nostro cellulare. Dopo averla aperta, confermiamo tutto fino a quando ci chiederà di inserire i nostri dati d’accesso, ovvero mail e password. Salviamo in automatico per non dover sempre ripetere l’operazione. Riceveremo un codice di conferma via SMS e poi dovremo creare un ulteriore codice di 6 cifre che ci permetterà finalmente di poter operare. Semplice, no?

Approfondimento

Chi non ha lo SPID rimane escluso dai servizi INPS da questa data

Consigliati per te