Come fare l’ammorbidente in casa con aceto o altri ingredienti della cucina

Le nostre nonne spesso e volentieri avevano delle ricette per ogni cosa. In casa ci si arrangiava con quello che c’era, poiché non tutto si poteva comprare facilmente. Dalla cucina alla pulizia, i trucchi di una volta possono ancora essere utilizzati tutt’ora. Soprattutto per chi cerca risparmio, ma anche per chi vuole fare più attenzione all’ambiente.

Per esempio, possiamo creare un ammorbidente in casa. Ci sono davvero tantissime formule per l’ammorbidente fai da te. Alcune sono totalmente naturali, altre, invece, vedono altri prodotti che abbiamo in casa come componenti. Ecco come fare l’ammorbidente in casa con aceto, ma anche altri ingredienti inaspettati.

Perchè fare l’ammorbidente in casa

L’ammorbidente casalingo potrebbe essere un’ottima soluzione per chi ha problemi di allergie. Infatti, la natura chimica del prodotto potrebbe davvero essere fastidiosa per qualcuno. Facendolo in casa eviteremmo quei componenti che causano irritazioni.

La prima ricetta vede come protagonista un ingrediente che usiamo molto nelle pulizie. Si tratta dell’aceto, che oltre ad ammorbidire i tessuti, è anche un ottimo disinfettante. Infatti, eliminerebbe germi e batteria sia dalla lavatrice che dal bucato. L’aceto è solitamente inodore oppure potrebbe in alcuni casi risultare acidulo. Per fare un ammorbidente anche profumato, ci basterà mettere alcune gocce di olio essenziale al limone oppure alla lavanda.

Come fare l’ammorbidente in casa con aceto o altri ingredienti della cucina

Il secondo metodo per fare un ammorbidente in casa utilizza invece il bicarbonato di sodio. Prendiamo un contenitore abbastanza ampio. Possiamo anche riutilizzare un vecchio contenitore di detersivo. Versiamo un litro di acqua calda, ma non bollente, aggiungiamo due tazze di bicarbonato e una tazza e mezza di aceto. Infine, un paio di gocce di olio essenziale renderanno la nostra soluzione fai da te profumatissima. In questo modo, otterremo dei capi liberi da germi, ma anche morbidissimi.

Infine, l’ultimo metodo è quello di utilizzare il limone e dell’acqua distillata. Versiamo in un contenitore l’acqua distillata e circa 200 ml di succo di limone. Mescoliamo con attenzione e aggiungiamo alcune gocce di olio essenziale al limone, per una fragranza più intensa. Ecco che il nostro ammorbidente è pronto in pochi minuti.

C’è, però, anche un trucco per evitare completamente l’utilizzo dell’ammorbidente. In alcune occasioni, infatti, potremmo trovarci a corto di prodotto. Se abbiamo delle palline da tennis, possiamo metterne due all’interno della lavatrice e fare un lavaggio. Le palline hanno la capacità di togliere l’elettricità statica, che porta l’irrigidimento dei vestiti. Non avremo, quindi, bisogno di fare i piccoli chimici per dei capi morbidi, ma solo utilizzare qualche vecchio trucco.

Lettura consigliata

Per una lavatrice senza muffa e calcare usiamo questi ingredienti naturali

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te