Come fare a dimagrire e iniziare a perdere peso più facilmente con questo sottovalutato consiglio dei medici

Chi ritiene di dover iniziare a perdere peso ha probabilmente sentito o visto che il suo corpo avrebbe bisogno di adottare uno stile di vita alimentare diverso. Diventa, perciò, inevitabile chiedersi come fare a dimagrire. Ci sono tanti modi per rispondere a questa domanda, ma è opportuno chiarire alcuni aspetti.

Per dimagrire le premesse sono sempre utili

“Quanto” e “se” un soggetto deve dimagrire è una valutazione che deve spettare a un medico o un nutrizionista. Certo è che se gli eccessi di adipe risultano visibili e si intende darsi una regolata, nessuno lo vieta.

Quando si ci chiede come fare a dimagrire, la prima cosa da non fare è smettere di mangiare. Non c’è nulla di più sbagliato, e affidarsi a diete dimagranti fai da te dovrebbe essere una prospettiva da tenere assolutamente lontana dai propri orizzonti.

Come fare a dimagrire e iniziare a perdere peso più facilmente con questo sottovalutato consiglio dei medici

Immaginando, però, che un soggetto voglia fare un po’ più di attività fisica e magari provare a mangiare bene, può anche accadere che si giunga ugualmente all’obiettivo e auspicabile traguardo di buttare giù qualche chilo.

Tra i consigli generici che i nutrizionisti danno c’è quello di seguire uno stile di vita alimentare in cui si mangia sano, equilibrato, ma soprattutto un po’ di tutto e a porzioni contenute. Proprio quest’ultimo passaggio permette di riallacciarsi a un concetto che viene spesso menzionato dai medici, ma che resta una soluzione che non ha il giusto risalto.

Gli specialisti la consigliano spesso, ma sovente passa sotto traccia e finisce per essere sottovalutata. Il riferimento è al fatto che prima di sedersi serve che siano già fatti tutti i porzionamenti.

Se, ad esempio, si immagina di mangiare un certo quantitativo di gallette di riso (per ipotesi 4), bisogna fare in modo che in tavola ci siano solo quelle. Il pacco deve stare lontano, magari chiuso in dispensa.

Allo stesso modo se si devono mangiare 10 mandorle, bisogna tirarle fuori dal pacco e allontanare il resto della confezione. Se si è scelto di ipotizzare mezzo panino, l’altra metà non deve stare sul tavolo. Se la pietanza da consumare è in una teglia che contiene più porzioni, bisogna prendere la propria parte e portare via il resto.

Sembra una stupidaggine, ma per molti trovarsi di fronte grandi quantità è una tentazione più forte di quel che si pensi. Basti pensare, ad esempio, a quanto sia facile consumare un biscotto dopo l’altro quando si ha tutto il pacco a disposizione.

Quando la situazione è complicata meglio rivolgersi ad un nutrizionista

A ben pensarci si tratta di uno dei principi che regola la dieta di un nutrizionista che, come è noto, è basata su quantità generalmente indiate in maniera specifica.

Questi piccoli consigli, in generale, sono molto utili per chi vuole migliorare il proprio stato di forma. Chi, invece, ha tanti chili in eccesso potrebbe trovare sicuramente più successo facendosi seguire da un esperto, azzerando qualsiasi tipo di rischio.

Lettura consigliata

Non solo una cena leggera, ma ci sarebbe un altro segreto che aiuterebbe a vivere fino a 100 anni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te