Come cucinare il petto di pollo in modo dietetico e sfizioso con 3 ricette light ma gustose

Chi mangia il petto di pollo con una certa frequenza sa che ci sono alimenti più gustosi. Se lo fa, però, è cosciente del fatto che le sue proprietà nutrizionali garantiscono un limitato apporto di calorie e tante proteine.

Con alcuni accorgimenti è possibile dargli un po’ più di sprint nel suo impatto con il palato. E la soluzione, se si vuole tenere basso il livello delle calorie, non può certo essere impanarlo e friggerlo.

Il metodo più veloce

L’esempio più semplice è rappresentato dalla possibilità di utilizzarlo come fonte proteica nell’ambito di un’insalatona. Dopo averlo cotto (ad esempio alla griglia), lo si può tagliare a pezzi e inserire all’interno di una ciotola in cui potrà essere uno degli ingredienti.

Il petto di pollo può andar bene con insalata verde, pomodoro, scamorza affumicata a pezzi (preferibilmente poca se si punta a tenere basse le calorie), cipolla e magari possiamo condire con della glassa di aceto balsamico o olio di oliva. Un piatto fresco ed estivo, in cui si può scatenare la fantasia.

Con l’ausilio della salsa di soia

Per chi si chiede come cucinare il petto di pollo in modo dietetico c’è un’altra possibilità. Può essere tagliato a tocchetti e successivamente infarinato. Dopo questo step, i pezzi vanno cotti in padella dove in precedenza abbiamo già fatto rosolare la cipolla triturata e un filo d’olio. La cottura del pollo deve avvenire a fuoco lento, avendo cura di muovere i pezzetti.

Dopo qualche minuto va versato un bicchiere di acqua e salsa di soia (su 200 ml va bene 170+30) e proseguire con la cottura. Quando il pollo avrà gradualmente acquisito un colore più scuro e si sarà formata una crema, il piatto sarà pronto.

Involtini, soluzione sempre valida

Un’altra soluzione è fare degli involtini. In questo caso il petto di pollo dovrà essere tagliato sottile (e battuto se necessario). Le fette dovranno essere sufficientemente ampie da poter essere successivamente arrotolate. Vanno disposte su un piano come fossero un foglio di carta e su di esse si mettono gli altri ingredienti. Si può utilizzare, ad esempio, pangrattato, formaggio grattugiato e del prosciutto crudo, a cui magari aggiungere del pepe, altre spezie o condimenti. Ovviamente se la ricetta deve essere light, le quantità di questi elementi occorre che siano limitate.

L’ideale è inoltre lasciare più liberi i margini in maniera tale che, prima di procedere all’arrotolamento, si possano portare verso l’interno e favorire la chiusura. L’ultimo step è proprio l’arrotolamento, da fissare con l’ausilio di uno stecchino. La cottura può avvenire sia in padella che in forno.

Come cucinare il petto di pollo in modo dietetico con 3 soluzioni light ma gustose

L’ideale è consumare il petto di pollo nell’ambito di un pasto completo e di un regime alimentare equilibrato.

Se si pensa inoltre di seguire una dieta dimagrante, il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un professionista della nutrizione. Si tratta della soluzione migliore per conseguire dei risultati, ma soprattutto la possibilità di farlo con la massima sicurezza per la propria salute.

Lettura consigliata

Pollo croccante e succulento con due ingredienti speciali che abbiamo già in cucina

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te