Come evitare i controlli sull’evasione fiscale fatti dall’Agenzia delle Entrate su autonomi, persone fisiche ed enti non commerciali

L’Agenzia delle Entrate è sempre in agguato e non bisogna rimanere disinformati. In proposito, è interessante sapere come la stessa si attiverà nel contrasto all’evasione fiscale, nei prossimi mesi. Le indicazioni di merito sono state fornite con la circolare 21/E del 20 giugno 2022. Da essa si può desumere in quali situazioni si incorrerà nel rischio di essere sottoposti ad accertamenti fiscali. In via prioritaria, si perseguiranno le frodi fiscali di una certa entità. Poi, vi saranno controlli approfonditi sui bonus concessi, ove sono state rilevate le frodi più consistenti. Quindi, saranno nel mirino coloro che, pur non avendo i requisiti di legge, hanno ugualmente usufruito degli aiuti. In particolare, si effettueranno controlli su chi, in seguito a comunicazioni di anomalie nelle dichiarazioni, non abbia dato riscontri giustificativi. Vediamo, adesso, nel dettaglio in cosa consisteranno le attività condotte dall’Agenzia delle Entrate.

Controlli sulle omesse dichiarazioni di redditi

Nel corso del 2022, si procederà al controllo dei contribuenti che, pur dovendo presentare la dichiarazione 2021, hanno omesso tale adempimento. Si pensi a coloro che hanno ricevuto due o più modelli CU e non hanno provveduto al conguaglio. Ebbene, costoro riceveranno, a gennaio 2023, una lettera di invito dell’Agenzia delle Entrate per regolarizzare la loro posizione. Ciò sarà possibile, entro 90 giorni, beneficiando della riduzione delle sanzioni previste in proposito. Quindi, seguiamo bene quest’articolo per capire come come evitare i controlli sull’evasione fiscale. Un altro filone di controlli, riguarderà l’omessa dichiarazione relativa ai redditi derivanti da locazioni di immobili. In questo caso, saranno utilizzati i dati delle certificazioni uniche trasmesse dagli intermediari che intervengono nei relativi pagamenti. Come indicato, poi, si avranno controlli su chi abbia usufruito indebitamente dei bonus ed in particolare del superbonus al 110%. A questi si aggiungono tutti quelli elargiti per far fronte all’emergenza Covid.

Come evitare i controlli sull’evasione fiscale fatti dall’Agenzia delle Entrate su autonomi, persone fisiche ed enti non commerciali

Un altro tipo di contribuente che non eviterà il vaglio dell’Agenzia, sono gli enti no profit. Si tratta di soggetti cui viene riconosciuto un particolare regime di favore, sul piano fiscale, in virtù dei fini perseguiti. Tuttavia, talvolta, il regime di favore induce molti ad approfittare di detto modello per il perseguimemento di scopi illegali. Le attività di controllo, quindi, punteranno, anche in questo caso, sulle agevolazioni indebitamente fruite. Nella specie, si andrà a fondo dell’effettività della destinazione dei fondi di raccolta, destinati a finalità istituzionali. Anche in questo caso, come negli altri, si indagherà utilizzando strumenti informatici di ultima generazione.

Approfondimento

Come evitare di perdere i benefici statali presi di mira dal Fisco, con controlli a tappeto per il 2022

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te