Come evitare che si formi l’umidità sui tubi dell’acqua fredda

L’umidità in casa è uno dei problemi domestici più fastidiosi e difficili da risolvere. E l’umidità può spesso generarsi nei punti più impensati, causando danni o per lo meno inconvenienti.

Uno dei problemi che molti ci troviamo ad affrontare, soprattutto in primavera e estate, è quello della condensa sui tubi dell’acqua fredda.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

A volte infatti, notiamo che i tubi scoperti dell’acqua ‘sudano’, cioè sulla loro superficie si forma una patina di umidità, che poi si trasforma in vere e proprie gocce.

Ma è possibile risolvere questo problema? Con qualche semplice accorgimento, possiamo limitare al massimo la formazione della condensa sulle tubature dell’acqua.

Vediamo come evitare che si formi l’umidità sui tubi dell’acqua fredda.

La quantità di condensa dipende dalla temperatura e umidità della stanza

I tubi dell’acqua fredda generano condensa per lo stesso motivo per cui se lasciamo un bicchiere di birra ghiacciato a temperatura ambiente, presto si formeranno delle gocce d’acqua all’esterno. Ma se nel caso della birra basta un sottobicchiere per risolvere il problema, nel caso delle tubature la questione si fa più complicata.

La quantità di condensa sui tubi dipende da due fattori nell’ambiente circostante: la temperatura e il grado di umidità dell’aria.
Armati di queste conoscenze, possiamo mettere a punto un piano per risolvere questo inconveniente. Ecco come evitare che si formi l’umidità sui tubi dell’acqua fredda.

Abbassiamo la temperatura della stanza

Per prima cosa, cerchiamo di tenere l’ambiente in cui abbiamo i tubi scoperti il più fresco possibile. Minore sarà la differenza di temperatura tra la stanza e l’acqua fredda nei tubi, minore sarà la quantità di condensa. Accendiamo quindi il condizionatore ove possibile per abbassare la temperatura della stanza.

L’altro fattore che influenza la quantità di condensa è l’umidità dell’aria. Più l’aria è umida, maggiore sarà la quantità di condensa e la velocità con cui si forma.

Per ovviare a questo problema, possiamo utilizzare dei deumidificatori, che catturano l’umidità presente nell’aria e la raccolgono in una cisterna che poi possiamo comodamente svuotare. Se non vogliamo investire in un deumidificatore elettrico, possiamo facilmente crearne uno in casa utilizzando due contenitori e del sale grosso, ecco come fare.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te