Ci sono almeno 3 modi per ridurre il canone del conto corrente BancoPosta e risparmiare tanti euro all’anno

Oggi è quasi impossibile non avere un conto corrente, malgrado gli ingenti costi tra imposte, canone, inflazione e i vari costo-opportunità.

Si tratta di un formidabile strumento di pagamento utilissimo in mille transazioni, in entrata e in uscita. L’accredito dello stipendio o della pensione, l’affitto di un inquilino o l’incasso di un assegno, la domiciliazione delle utenze o un bonifico a un fornitore, etc.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Insomma, se non ci fosse andrebbe semplicemente inventato. Parimenti, molti risparmiatori confondono il conto in banca al pari di uno strumento di investimento, bruciando inutilmente liquidità.

In questa sede ci contentiamo sul prodotto BancoPosta. Scopriremo che ci sono almeno 3 modi per ridurre il canone del conto corrente nel corso dell’anno.

Alcune cose da sapere in merito ai conti correnti BancoPosta

L’intermediario lo propone in tipologie differenti al fine di soddisfare le esigenze del mercato. Al momento in cui scriviamo, il ventaglio dell’offerta si compone come segue:

  • Conto BancoPosta, con canone mensile a partire da 2 euro ma con possibilità di riduzione come vedremo nel prosieguo. Esso è proposto in 4 modelli differenti che sono il conto Start Giovani, il conto Start, il prodotto Medium e il conto Plus;
  • Conto di base BancoPosta, che offre i servizi essenziali di incasso e pagamento. Su questo fronte si può scegliere tra la versione standard (canone annuo di 30 euro) e quella per i pensionati (gratuito al rispetto di alcuni parametri).

Ci sono almeno 3 modi per ridurre il canone del conto corrente BancoPosta e risparmiare tanti euro all’anno

Con riferimento alla categoria dei conti BancoPosta a opzione, vediamo come scalare dei soldini dal canone mensile.

Il conto Start giovani (2 euro mensili) lo si può ridurre, fino ad azzerare, di 1 euro se si possiede la Postepay Evolution. Oppure di 2 euro se si è titolari di partita IVA e del conto BancoPosta Business Link. Infine la riduzione è di 1 euro in caso di accredito stipendio o un bonifico in entrata di almeno 700 euro (incluso il postagiro come nei casi che seguono).

Vediamo adesso come ridurre, fino ad azzerare, il canone mensile per le opzioni Start, Medium e Plus.

Il dettaglio

Scatta un primo sconto di 2 euro sul canone mensile in caso di accredito stipendio/pensione. Oppure in presenza di un bonifico in entrata di importo pari ad almeno 700 euro. A quest’ultimo riguardo è valido anche un postagiro (per liberi professionisti o ditte individuali). Il postagiro deve partire dal c/c BancoPosta dedicato all’attività al c/c BancoPosta a opzione.

Un altro sconto, variabile da conto a conto, è legato al valore del patrimonio dell’intestatario del conto. In questo caso la riduzione del canone è pari a:

  • 1 euro mensili se il patrimonio è pari o superiore a 5mila euro nel conto Start;
  • 2 euro al mese se il patrimonio è almeno pari a 10mila euro nell’opzione Medium;
  • 3 euro nel caso del conto Plus e patrimonio almeno pari a 20mila euro.

In ultimo ci sono 3 euro di sconto al mese nel caso di titolarità di partita IVA e del conto BancoPosta Business Link.

In sintesi, alla presenza (su base mensile) di una, due o più delle condizioni su esposte, si riduce il canone del conto. L’importo dello sconto è pari alla somma delle corrispondenti riduzioni.

Infine, invitiamo il Lettore a consultare nel dettaglio il Foglio Informativo del conto che ha sottoscritto. In esso, infatti, sono elencate nei dettagli tutte le riduzioni previste dallo specifico prodotto.

Lettura consigliata

Meglio 5.000 euro alle Poste e approfittare della ricca offerta Supersmart anziché tenere i soldi sotto il materasso

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te