Ci sono alcuni indizi inaspettati per capire se si è più intelligenti degli altri

Che cos’è l’intelligenza? A molti Lettori potrebbe essere capitato di pensare, qualche volta, di essere più intelligenti della media. Ebbene, la psicologia propone alcune metodologie per capire se questo è vero. Diversi studi hanno dimostrato che ci sono dei comportamenti che indicano esattamente quanto si è intelligenti. Alcuni di questi sono così rari da essere dei veri e propri indizi di genialità.

L’intelligenza non è qualcosa di scolpito nella pietra, questo è bene ricordarlo. Si misura in diverse maniere, che sono tutte ugualmente valide. Ma ci sono alcuni indizi inaspettati per capire se si è più intelligenti degli altri. I comportamenti analizzati in questo studio suggeriscono o un’intelligenza fuori dal comune oppure un particolare talento.

Se qualche Lettore non dovesse ritrovarsi in questo articolo, non dovrebbe sentirsi in difetto. Ciascun individuo è intelligente a modo suo: proprio qui sta l’unicità di ciascuna persona.

Dialogo interiore: dare voce ai pensieri

Un primo sintomo di spiccata intelligenza è il parlare da soli. Capita spesso quando si lavora duramente e ci si ritrova ad esprimere i propri pensieri a voce alta. Ciò accade perché il cervello ha bisogno di un sistema per organizzare meglio il filo del discorso. Parlare a voce alta è un metodo per dare voce al proprio dialogo interiore.

Ci sono alcuni indizi inaspettati per capire se si è più intelligenti degli altri

Spesso le persone intelligenti vengono ritenute pigre dagli altri. Ma il punto è che le persone intelligenti ragionano molto sulle cose, al punto di sentirsi stanchi e affaticati più facilmente. Questo aiuta a concentrarsi su un obiettivo o un risultato alla volta e a portarlo a termine, ma può contribuire allo sviluppare la sindrome da burnout. A causa di questo spesso si viene scambiati per pigri, ma si ha semplicemente un cervello che lavora molto.

Molti Lettori amano lavorare di notte: questo è un altro segnale di spiccata intelligenza.

Alcuni studi suggeriscono infatti che le persone mattutine sono generalmente più felici, ma i nottambuli sono più produttivi e hanno un’intelligenza più marcata. Su ProiezionidiBorsa gli Esperti della Redazione hanno più volte parlato dei benefici di un buon sonno. Meglio avere un ciclo di riposo efficace piuttosto che dormire poco, a lungo andare il cervello ne beneficerà e anche il lavoro sarà di qualità migliore.

Consigliati per te