Chi non ha ancora consegnato questo documento all’INPS per non mettere a rischio la pensione deve fare in questo modo e sbrigarsi perchè il 28 aprile è molto vicino

INPS

Quando un pensionato riceve una prestazione legata al reddito deve dichiarare all’INPS annualmente i redditi percepiti. In alcuni casi la dichiarazione comprende anche i redditi dell’eventuale coniuge o di altri componenti del nucleo familiare. La dichiarazione reddituale deve essere resa dal pensionato in autonomia. L’INPS, infatti, non invia comunicazioni affinchè la dichiarazione venga resa. E proprio per questo motivo molto spesso si incorre nella dimenticanza che può costare la sospensione del trattamento che si riceve. I redditi annuali all’INPS si comunicano attraverso il modello RED la cui scadenza era fissata il 28 febbraio 2022.

Il modello RED e chi deve consegnarlo

Per chi non ha ancora consegnato questo documento all’INPS è necessario fare in fretta perchè anche se la scadenza è ormai passata è ancora possibile provvedere.  Se non si invia la comunicazione l’INPS provvede a sospendere la pensione. Se il modello, poi, non viene trasmesso all’istituto entro 60 giorni dalla scadenza la pensione decade definitivamente.

 Chi è tenuto alla presentazione della comunicazione reddituale? In linea di massima va presentata da chi :

  • non ha presentato dichiarazione dei redditi;
  • pur avendo presentato modello 730 o Redditi PF, possiede anche altri redditi non inseriti nella dichiarazione;
  • pur avendo presentato modello 730 o Redditi PF, riceve pensioni estere o produce reddito da lavoro autonomo.

Il modello RED si deve presentare se si è titolari di una della seguenti prestazioni legate al reddito:

  • integrazione al trattamento minimo;
  • assegno mensile di invalidità;
  • maggiorazioni sociali sulla pensione;
  • assegno o pensione sociale;
  • quattordicesima mensilità sulla pensione.

Chi non ha ancora consegnato questo documento all’INPS per non mettere a rischio la pensione deve fare in questo modo e sbrigarsi perchè il 28 aprile è molto vicino

Nelle campagna RED degli anni precedenti la data ultima di presentazione del modello era fissata al 31 marzo. Quest’anno, invece, la data di scadenza è stata fissata al 28 febbraio 2022. Quindi, molti pensionati rischiano di trovarsi in difetto di presentazione. È  bene sapere che se si presenta la dichiarazione entro 60 giorni dalla scadenza la prestazione di cui si è titolari viene soltanto sospesa.

Di fatto, quindi, per non farsi revocare la pensione che si riceve c’è tempo fino al 28 aprile per comunicare i propri redditi all’INPS. Dopo questa data potrebbe scattare la revoca definitiva del trattamento. Per chi ancora non ha presentato il modello RED , il consiglio è quello di recarsi al più presto presso un CAF per l’invio.

NdR. La scadenza, precedentemente fissata al 28 febbraio, è stata poi posticipata al 21 marzo.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te