Cerchiamo nelle nostre tasche perché queste monete da 2 euro arrivano a valere 2.000 euro

Ogni giorno ci passa fra le mani un buon numero di monete. La maggior parte di noi non fa caso ai disegni impressi sul loro retro. Eppure questo potrebbe essere un errore madornale. Infatti potremmo finire per acquistare un biglietto alla lotteria con una moneta che ci garantirebbe già una bella vincita. Generalmente si tratta di monete a edizione limitata o con precisi errori di produzione che le rendono uniche o molto rare.

Oggi parleremo del primo caso, in particolare di alcune monete commemorative che raggiungono prezzi altissimi. Cerchiamo nelle nostre tasche perché queste monete da 2 euro arrivano a valere 2.000 euro. Vedremo come riconoscerle in base ai numeri e ai disegni impressi sul retro della moneta. Chissà, potremmo essere fortunati e riuscire a trovarle per poi rivenderle agli appassionati di numismatica. Il loro valore varia considerevolmente in relazione al numero di pezzi in circolazione e a una serie di altri criteri. Tenendo in considerazione i prezzi di listino, noi vedremo una classifica delle quattro monete da 2 euro dal valore più alto.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Cerchiamo nelle nostre tasche perché queste monete da 2 euro arrivano a valere 2.000 euro

Tutte le monete che vedremo oggi sono state realizzate dal Principato di Monaco. Sono produzioni che vogliono commemorare un particolare evento storico. Alcune sono state create specificatamente a fini collezionistici. Queste sono le cosiddette monete “fior di conio”. Altre sono a “fondo a specchio”, cioè lucidate con attenzione e con impressioni molto precise. A questa categoria appartengono le prime tre monete di cui vogliamo parlare oggi.

Partiamo dalla quarta moneta da 2 euro che sembra avere il valore più alto per gli appassionati. Si tratta di una moneta del 2012 per commemorare il 500° anniversario della sovranità di Monaco. Ci sono in circolazione 10.000 pezzi e possono avere un valore di 520 euro. Sono riconoscibili per il profilo di Luciano Grimaldi insieme al nome dello Stato e ai i numeri 1512 e 2012. La terza moneta della nostra classifica è un’edizione del 2016 per il 150° anniversario della Fondazione di Montecarlo. Può arrivare a valere 650 euro ed è riconoscibile per il ritratto di Carlo terzo, Montecarlo, i numeri 1866 e 2016, 12 stelle e il nome dello Stato.

Arriviamo poi al secondo posto con una moneta che può arrivare a valere ben 1.650 euro. Guardando sul retro possiamo riconoscerla dall’impressione di una rocca e una fortezza, il nome dello Stato e i numeri 1215 e 2015.

Il Santo Graal

Infine, vogliamo parlare del Santo Graal delle monete da 2 euro. Questa è un’edizione del 2007 in occasione del venticinquesimo anniversario della morte della principessa Grace Kelly. Infatti, sul retro possiamo osservarne il profilo insieme alle 12 stelle, il nome dello Stato e l’anno di produzione. Ne esistono più di 20.000 pezzi e il loro valore è davvero da capogiro. Queste infatti possono arrivare a valere ben 2.600 euro.

Approfondimento

Se si hanno queste monete in casa, si possiede un vero e proprio patrimonio

Consigliati per te