Caccia al tailleur chic di Daniela Santanchè durante il giuramento al Quirinale

santanchè

Quello che ci piace di più lo indossa Daniela Santanchè. Tailleur sagomato e gessato con colore di base blu e camicia di seta bianca. Pantaloni alla caviglia con tacco e fiocco sciolto per il sottogiacca. A sessantuno anni, la nuova ministra del Turismo indossa l’abito più easy tra gli altri. Tutte le donne del nuovo Governo portano i pantaloni e probabilmente la scelta la dice lunga sulla tempra delle stesse. Li indossano e di fatto sono donne che certamente non soffrono alcuna discriminazione di genere, forti anche di un leader donna.

La donna glamour milanese studia un look all’apparenza naturale

Sul red carpet del Quirinale tutte le ministre scelgono giacca e pantaloni. Un classico per di più con uno sbilanciamento netto verso il colore nero. Che diventa total black per Giorgia Meloni, della serie che più classico non si può. E meno male che la tonalità della chioma e della carnagione creano uno stacco, altrimenti veniva fuori un modello fantasmino. Intanto è caccia al tailleur chic di Daniela Santanchè che combina al meglio semplicità ed eleganza. Aspetto casual ma quel poco che basta. Look studiatissimo con capelli ad onde che sembrano nature e invece sono frutto di una piega ben fatta.

È lei la super chic che mette a tacere i più conservatori, cioè quanti nell’entourage temevano l’imprenditrice glamour per i suoi tocchi estrosi cui pure siamo abituati. Invece, la neoministra si adatta all’occasione e non fa sfigurare nessuno. Il nome dello stilista del capo non è ancora noto anche se sono diverse le case di moda che propongono lo stile della blusa morbida con fiocco sciolto.

È caccia al tailleur chic di Daniela Santanchè che indossa per salire al Colle

Fa la sua figura e non è difficile da imitare. Il gessato con pantaloni semi skinny (stretti ma non troppo e lunghi fino sopra la caviglia) è un must che si trova facilmente, sia online che in qualsiasi negozio d’abbigliamento. Anche se il mood del momento punta su giacca con pantaloni larghi, il capo della Santanchè inverte la rotta. A dire che, per alcune donne, le tendenze contano ma fino ad un certo punto. Finché il contesto lo consente.

Il rigore dei pantaloni che fasciano trasmette certamente un messaggio (implicito) diverso dal modello palazzo, decisamente urban e all’insegna della comodità. Qui invece il messaggio si impernia sull’agire e sulla concretezza. Con serietà e tutto d’un pezzo.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te