Buttare i vecchi cuscini è un grave errore, ecco come riutilizzarli

Non tutti lo sanno, ma i cuscini non possono essere utilizzati per anni e anni. In molti si limitano a lavarli, tuttavia ogni tanto i cuscini dovrebbero essere sostituiti. Non si tratta solo di una questione di igiene, ma anche di postura. Utilizzare cuscini ormai sformati può causare dolori a collo, spalle e schiena. I cuscini in poliestere, in particolare, durano circa due anni.

Che fare, allora, con i guanciali ormai rovinati? Di certo non gettarli nel cestino! Grazie a un pizzico di creatività, si possono sfruttare i cuscini inutilizzabili per realizzare oggetti fai-da-te. Così si risparmierà e si eviterà di inquinare l’ambiente. Insomma, buttare i vecchi cuscini è un grave errore, ecco come riutilizzarli!

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Come dare una forma nuova ai vecchi cuscini

Alcuni cuscini sono troppo sformati per essere utilizzati durante la notte. Ma sono ancora perfetti per essere sfruttati come cuscini decorativi. Un’idea piuttosto immediata e semplice da realizzare è trasformare i vecchi guanciali in cuscini cilindrici (noti anche come cuscini alla francese).

Per farlo, basterà arrotolarli sul lato lungo e cucirli in modo che restino in posizione. Si può poi cucire una federa su misura, o semplicemente acquistarne una.

I cuscini cilindrici possono essere utilizzati sul divano per fare da sostegno alle braccia. Ma li si può anche utilizzare a letto: in molte Nazioni asiatiche è comune abbracciarli quando si dorme. Infine, sono adatti anche come protezione laterale all’interno dei box per bambini.

In alternativa, c’è un secondo trucchetto per trasformare i vecchi guanciali in cuscini decorativi. È ancora più facile del precedente. Basta, infatti, scegliere una federa che ben si adatti ai colori del nostro salotto. Poi, abbinarvi una fascia o un nastro in tessuto. Con tale fascia, si stringe il cuscino nel mezzo, in modo da dargli la forma di un fiocco.

Poi, si cuce la fascia in modo che resti in posizione. Si otterrà così un grazioso cuscino decorativo a forma di fiocchetto. Insomma, buttare i vecchi cuscini è un grave errore, ecco come riutilizzarli!

Far felici cani e gatti grazie ai vecchi cuscini

I vecchi cuscini possono fare la felicità di cani e gatti. Prima di cimentarsi nel fai-da-te, infatti, si può considerare l’opzione della donazione.

Molti canili potrebbero apprezzare i vecchi cuscini. Questi, infatti, terranno comodi e al calduccio gli ospiti a quattro zampe. Basta contattare la struttura più vicina a casa propria e chiedere se i cuscini usati possono fare comodo.

Oltre ai cani e gatti più sfortunati, anche gli animali di casa apprezzeranno i vecchi cuscini. Questi possono, infatti, essere utilizzati per creare una nuova cuccia. Basterà soltanto inserirli all’interno di una cesta di vimini, o di una cassetta per la frutta.

Oppure, ecco uno spunto di riciclo in più: sfruttare un maglione che non si usa più. Basterà riempire il maglione con il cuscino, poi cucirne le aperture. Le maniche possono essere imbottite con scampoli di tessuto, arrotolate attorno al resto del maglione e cucite in posizione.

Ecco pronta una cuccia caldissima per l’inverno! Anche gli amici a quattro zampe lo confermeranno: buttare i vecchi cuscini è un grave errore, ecco come riutilizzarli!

Approfondimento 

Mai buttare le retine della frutta, ecco come riciclarle per risparmiare

Consigliati per te