Bonus di 600 euro per autonomi. Come richiederlo?

L’atteso decreto salva Italia è giunto e già molti si domandano come richiedere i sussidi. Il bonus di 600 euro per tutti i lavoratori autonomi, i professionisti, i titolari di Partita Iva, lavoratori stagionali, agricoli, dello spettacolo e del turismo è ufficiale. Il Consiglio di ministri ha stabilito un intervento economico complessivo di 25 miliardi e finanziamenti mobilitati per 350 miliardi. Questa è la nuova manovra economica dell’Italia che lotta contro il coronavirus. Si tratta, secondo le parole di Conte in conferenza stampa, della costruzione di “una diga per arginare l’alluvione”. Difatti, quella varata oggi è una vera e propria misura che infonde nuovo coraggio alla nazione intera in risposta alla diffusione epidemica. La stragrande categoria di lavoratori autonomi e titolari di Partita Iva è stata inclusa nella misura grazie ad un bonus di 600 euro per autonomi. Come richiederlo? Molti iniziano a domandarsi come e quando potranno richiedere il sussidio offerto dallo Stato a supporto della situazione economica.

Chi ne avrà diritto

La situazione economica, in Italia, è l’emergenza seconda solo a quella sanitaria in questo momento. L’obiettivo del maxi-decreto risiede proprio nel tentativo di provvedere ad una risposta efficace rivolta alle migliaia di lavoratori che sono a casa e non godono di sicurezze economiche. Nella manovra salva economia si è fatto chiaro riferimento ad un bonus di 600 euro per autonomi. Come richiederlo? Si tratta di una tantum che non contribuirà alla formazione del reddito. Il bonus si rivolge a: lavoratori autonomi, titolari di P. Iva, professionisti, lavoratori stagionali e del turismo, lavoratori agricoli e dello spettacolo. A tutte queste categorie professionali che non godono di sussidi economici certi, lo Stato offrirà una indennità per tamponare la crisi. I lavoratori che potranno beneficiare del bonus saranno quelli attivi alla data del 23 febbraio 2020. Si tratta dei titolari di P.Iva, di lavoratori autonomi o stagionali e dei lavoratori titolari di rapporti co.co.co. iscritti alla gestione separata. Questi ultimi, non dovranno essere titolari di pensione né iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

Arriva il bonus di 600 euro per autonomi. Come richiederlo?

Secondo le normative, il bonus verrà erogato direttamente dell’Inps. Pertanto, coloro che presentano i requisiti per formularne richiesta, dovranno inoltrare la domanda all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. L’indennità, si ricorda, sarà versata come una tantum e non contribuirà alla formazione del reddito. Per l’anno 2020 il Governo ha stabilito un limite di spesa pari a 1.800 milioni per avviare l’erogazione dei bonus. Chiunque rientri nella categoria specificata, potrà verificare i propri requisiti ed inoltrare eventuale richiesta di ottenimento.

Consigliati per te