Bastano questi semplici trucchi per coltivare le orchidee in casa in poche mosse

È sempre una piacevole sensazione quella di avere le piante in casa.

Regalano colore alle nostre stanze, ci trasmettono benessere e danno un tocco più accogliente ed unico al nostro ambiente.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Le orchidee sono uno dei fiori più belli in assoluto: amate da tutti, sono simbolo di eleganza.

Ammettiamolo, hanno un fascino unico.

Questi fiori hanno bisogno di cure e attenzioni per affinché non si secchino, niente di troppo complicato anche se non siamo dotati di pollice verde.

Bastano questi semplici trucchi per coltivare le orchidee in casa in poche mosse, prepariamoci!

Luce

Questa pianta ha bisogno di luce solare per sviluppare le radici e produrre i fiori.

Dovremo fare attenzione a non posizionare la pianta in luoghi scuri poiché ne soffrirebbe.

Nonostante ciò, dovremmo ricordarci di evitare di esporla troppo ai raggi solari, soprattutto nel periodo tra metà primavera e l’autunno.

Questo perché le sue radici potrebbero seccarsi molto facilmente rimanendo irrimediabilmente danneggiate.

Acqua e irrigazione

L’orchidea ha bisogno di essere bagnata poco e spesso altrimenti, le radici rischiano di marcire.

Un trucco infallibile per sapere quanta acqua è necessaria è quello di toccare con mano il terreno e vedere se è umido o meno.

È consigliato non utilizzare l’innaffiatoio ma semplicemente spruzzare l’acqua intorno al vaso della pianta con un diffusore.

Per chi non lo sapesse sarebbe meglio non utilizzare l’acqua del rubinetto, il cloro contenuto al suo interno non è adatta per le orchidee.

La migliore soluzione sarebbe quella di avere un’alta umidità ambientale non dovuta solo alle innaffiature, ma anche alla quantità di acqua presente nell’ambiente.

Per avere una notevole quantità d’acqua nell’aria basterà posizionare i vasi di orchidee in un vassoio arricchito con argilla espansa o con ciottoli.

Terremo un vassoio colmo di acqua a circa mezzo centimetro dal vaso della pianta.

In questo modo non rischieremo di bagnare il terriccio e l’acqua al suo interno, evaporando, manterrà alta l’umidità.

Bastano questi semplici trucchi per coltivare le orchidee in casa in poche mosse, è alla portata di tutti, perché non provare?

Consigliati per te