Basta rinunciare al gelato se siamo a dieta perché seguendo queste regole potremmo gustarlo senza sensi di colpa

Se pensiamo all’estate, la prima cosa che ci viene in mente, oltre al mare, è il gelato. Squisito e rinfrescante, il gelato ci accompagna in quelle calde giornate estive. Tutti lo amano, dai grandi ai piccini. Basti pensare alla brioche con gelato e panna e, automaticamente, ci viene l’acquolina in bocca.

Purtroppo, il gelato ha una grande pecca. Ha parecchie calorie e contiene zucchero. Chi sta seguendo un regime alimentare ipocalorico non potrebbe mangiare il gelato. Almeno in teoria. Il gelato, infatti, dipende dal gusto, conterrebbe più o meno zucchero, dato sia da quello aggiunto sia da quello proprio “dell’alimento”.

È chiaro che chi è a dieta farebbe un grande sgarro mangiando il gelato. Soprattutto qualora la persona in questione avesse problemi con la glicemia alta. Tuttavia, per quanto riguarda la problematica del diabete, cui è strettamente collegata la questione della glicemia alta, dovremmo chiedere al nostro medico curante.

Per coloro i quali si trovassero a seguire la dieta in estate, potrebbe essere molto debilitante il fatto di non poter assaporare non solo il gelato, ma anche tutti i momenti che, solitamente, fanno parte dell’estate. Basti pensare agli aperitivi, alle uscite serali in cui si fa tardi la notte, i drink e così via.

Tuttavia, anche quando si è a dieta, alcuni sgarri occasionali potrebbero essere perdonati. Anzi, probabilmente lo sgarro potrebbe aiutare il metabolismo, attraverso un’onda d’urto. In questo caso, il metabolismo potrebbe accelerare.

Piccole accortezze che potrebbero fare la differenza

Basta rinunciare al gelato se siamo a dieta. Vi sarebbero, infatti, delle piccole accortezze da adottare che potrebbero dare la possibilità di gustare il gelato senza avere sensi di colpa. Per esempio, forse molti non sono a conoscenza dell’esistenza del gelato ipocalorico.

Trattasi di un gelato artigianale, fatto con la stevia, anziché attraverso l’uso dello zucchero bianco. Come dice la parola stessa, questo gelato avrebbe meno calorie rispetto a quello normale e un dolcificante consigliato dagli esperti.

Un’altra regola è la sostituzione del pasto con il gelato. Se evitassimo di mangiare il pasto, potremmo pranzare, appunto, con un bel cono gelato. Sarebbe da preferire, comunque, il gelato al gusto di frutta, optando per quella più leggera, come la fragola.

Basta rinunciare al gelato se siamo a dieta perché seguendo queste regole potremmo gustarlo senza sensi di colpa

Su questa scia, suggeriamo anche che potremmo fare un bell’aperitivo, attraverso dei trucchetti geniali, pur rimanendo in forma. Sarebbe il caso, comunque, di rivolgersi al parere del proprio nutrizionista. Sarà il medico a suggerire se, qualche volta, fosse possibile sostituire il gelato con il pasto, oppure di mangiarlo ogni tanto, come spuntino.

Sicuramente, qualora acconsentisse, sarebbe preferibile gustarlo a pranzo, in modo tale da smaltirlo più facilmente rispetto alla sera.

Lettura consigliata

Promettono di far dimagrire 7 kg in 7 giorni queste diete che stanno spopolando ma non tutti sanno cosa si nasconde dietro

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te