Basta accarezzare le foglie delle piante con un panno imbevuto d’alcol per liberarci del loro nemico numero uno

I parassiti che possono attaccare le nostre piante sono davvero tanti. Sono esseri minuscoli che trovano il loro habitat naturale lungo le curvature delle foglie e lì proliferano. Il risultato è che la pianta muore lentamente. I segnali che ci dicono che la pianta è malata possono arrivare dopo tempo rispetto al loro contagio, per questo è sempre meglio prevenire. Specialmente se si parla di un parassita terribile e molto diffuso che attacca ogni specie floreale senza distinzione portando la pianta a morte certa. Ma basta accarezzare le foglie delle piante con un panno imbevuto d’alcol per liberarci del loro nemico numero uno. Scopriamo insieme come riconoscerlo e combatterlo.

La cocciniglia

La cocciniglia è senza dubbio il peggior nemico delle piante. Si tratta di un parente della famiglia degli afidi, presente in più di 6.000 varietà. La cocciniglia è estremamente famelica e attacca qualsiasi tipo di pianta; dalla pianta grassa agli alberi da frutto. Possiamo capire se una pianta è stata infestata se notiamo una patina opaca sulle sue foglie. La cocciniglia infatti, nutrendosi di linfa, emette una sostanza quasi gelatinosa chiamata melata. Questa sostanza zuccherina ha anche il potere di richiamare l’attenzione di altri essere nocivi, come insetti e funghi. Dopo questa prima fase, noteremo che le foglie cominciano a bucherellarsi. Questo è lo stadio definitivo dell’infezione da cocciniglia, da cui è difficile tornare indietro. In poco tempo, la nostra pianta sarà morta. Ma possiamo evitare tutto questo con un semplice panno imbevuto d’alcol.

Basta accarezzare le foglie delle piante con un panno imbevuto d’alcol per liberarci del loro nemico numero uno

Per evitare che la cocciniglia infesti le piante di casa nostra, il metodo migliore non è usare pesticidi o disinfestanti chimici. Quello che dobbiamo fare è passare un panno imbevuto d’alcol sulle foglie delle piante 2 o 3 volte al giorno, appena ci accorgiamo che qualcosa non va. L’alcol infatti distrugge sul nascere la formazione delle sostanze cerose di cui è costituita la membrana esterna della cocciniglia. In questo modo, la pianta tornerà sana e rigogliosa in men che non si dica.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te