Attenzione perché perde la detrazione su spese mediche e sanitarie chi non supera la franchigia nel modello 730/2021

I contribuenti che presentano la dichiarazione dei redditi per mezzo del modello 730 possono richiedere un rimborso IRPEF del 19% sulle spese mediche e sanitarie. Tale detrazione ha valore per tutte quelle spese sostenute durante l’anno di imposta precedente a quello in cui si presenta la dichiarazione. Nel 2021, ad esempio, si porteranno in detrazione le spese sostenute nell’anno di imposta 2020. Tuttavia, non sempre è possibile beneficiarne laddove non si superi il limite che impone la franchigia. Di seguito vediamo a quale valore corrisponde e come si calcola l’ammontare delle detrazioni in base all’importo della franchigia.

Come funziona il rimborso IRPEF per chi affronta spese mediche o sanitarie

Per fruire di alcune detrazioni IRPEF del 19% è importante rispettare determinate regole. Lo abbiamo illustrato anche nel caso in cui si possiedano animali in casa nell’articolo: “Chi possiede un animale domestico può ottenere un bonus fiscale fino a 80 euro circa nel 2021”.

Attenzione perché perde la detrazione su spese mediche e sanitarie chi non supera la franchigia nel modello 730/2021. Quando si parla di franchigia, si intende un importo minimo di spesa al di sopra del quale scatta la detrazione. Tale valore per il 2021 resta invariato e corrisponde a 129,11 euro. In sede di calcolo delle detrazioni fiscali su spese simili si sottrae la franchigia all’elenco di quanto dichiara il contribuente.

Chi ha effettuato visite mediche, acquistato farmaci o si è sottoposto a controlli specialistici sfrutta ben volentieri la detrazione accessibile tramite modello 730/2021. ecco perché questo è uno dei vantaggi fiscali più utilizzati e conosciuti dalla platea dei contribuenti. In base alla franchigia, come si calcola dunque lo sgravio fiscale del 19%?

Attenzione perché perde la detrazione su spese mediche e sanitarie chi non supera la franchigia nel modello 730/2021

Per comprendere bene il modo in cui funziona il calcolo del rimborso IRPEF, prendiamo in esame due casi.

Il signor Fernando ha sostenuto nel corso del 2020 spese sanitarie e mediche per un totale di 120 euro. Potrà portare in detrazione tale quota e annotarla nel Quadro E del modello 730? in questo caso, la spesa del signor Fernando non supera la soglia di franchigia, pertanto non è detraibile. È utile dunque porre attenzione perché perde la detrazione su spese mediche e sanitarie chi non supera la franchigia nel modello 730/2021.

Prendiamo invece un altro caso. La signora Rosalinda ha sostenuto nel corso del 2020 un ammontare di spese mediche e sanitarie pari a 350 euro. A quanto ammonta la detrazione a cui potrebbe avere diritto? Rosalinda ha superato la franchigia e la detrazione si applica alla spesa che eccede la franchigia stessa. Dunque, il calcolo da fare è il seguente:

350 euro – 129,11 euro (franchigia) = 220,89 (spesa sulla quale si calcola la detrazione)

Ora, considerando la quota di 220,89 euro, si calcola l’eventuale detrazione del 19%. Come possiamo notare, l’importo di detrazione a cui avrà diritto Rosalinda corrisponde a circa 42 euro. Ecco come si procede con il calcolo e quando si ha diritto al bonus fiscale.

Approfondimento 

Arriva una imperdibile detrazione del 50% nel modello 730/2021 per chi inserisce queste spese e la dichiara all’Agenzia delle Entrate

Consigliati per te