Assemblare un PC con meno di 1.000 euro al Black Friday per DAD gaming e smartworking

computer

Ci siamo: è finalmente arrivata la settimana più attesa, quella dove gli sconti si susseguono l’uno l’altro e dove si possono davvero fare grandissimi affari. È il Black Friday, tradizione americana ormai giunta anche in Italia grazie ad Amazon e a tanti altri siti di ecommerce. Non solo le grandi catene di distribuzione, ma anche i piccoli negozi si sono adeguati e ormai questa promozione è diventata comunissima e molto sfruttata, sia dai commercianti per “fare cassa”, sia dai clienti. Soprattutto per quanto riguarda l’elettronica, gli elettrodomestici e l’informatica, è difficile trovare un momento migliore.

Tutto si gestisce soprattutto online. Amazon, principalmente, è il posto migliore per chi deve assemblare un PC con meno di 1.000 euro. Basta sapere cosa cercare, come e, soprattutto, non farsi abbindolare da finti sconti. Anzitutto dunque il primo consiglio è di usare un’estensione per Chrome o Firefox, il proprio browser web. Questo piccolo programma si chiama Keepa e per installarlo basta cercare su Google e seguire le istruzioni sul sito. Si tratta di un modo utile per tracciare i prezzi dei prodotti su Amazon tramite un comodo grafico che comparirà nelle pagine d’acquisto. In tal modo si potrà verificare se lo sconto proposto sarà reale o fasullo.

Assemblare un PC con meno di 1.000 euro grazie agli sconti Amazon

Una volta preparato questo strumento di verifica, è ora di cominciare a fare “scouting” sul sito di Amazon. C’è una comoda pagina dedicata con offerte aggiornate ogni ora. Ma per capire cosa conviene acquistare e cosa no, bisogna sapere con esattezza che cosa occorre. Bisogna farsi un piccolo schema mentale. L’obiettivo è fare un upgrade, vale a dire un miglioramento, del computer che già si possiede? O si vuole invece costruire un PC nuovo da zero? Perché i due casi sono, com’è ovvio, completamente diversi.

Volendo fare un discorso generale sulla prima necessità, bisogna verificare quali componenti sono montati sul proprio computer. Di solito, queste specifiche sono indicate nelle impostazioni di Windows. Le componenti che vanno migliorate per prime sono il processore e la RAM. Per chi vuole migliorare le prestazioni di gioco, invece, è la scheda video a dover essere attenzionata.

Cosa occorre per la “build”

Il secondo caso è più ampio, ma paradossalmente può essere più semplice. La “lista della spesa” da rispettare è composta da specifici pezzi. Il cuore di ogni computer è fatto dalla scheda madre, dal processore e dalla memoria RAM. Occorrerà poi una memoria di archiviazione: il consiglio è di acquistare dei dischi SSD di ultima generazione. Bisogna verificare la compatibilità di tutti i componenti tra loro: attenzione, perché soprattutto scheda madre e processore devono funzionare con la stessa architettura (che di solito è o Intel o AMD).

Per tenere basse le temperature dei componenti, è bene acquistare anche un dissipatore. Serve poi un case, della stessa misura della scheda madre, e un alimentatore che permetta di dare energia a tutta la macchina. Infine, la scheda video. Certo, non si può pretendere di acquistare un prodotto di ultima generazione, ma ci sono delle ottime schede, come la serie 6xxx e la 30xx di AMD e Nvidia, che durante il Black Friday possono andare in forte sconto.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te