Anche senza bicarbonato, aceto e anticalcare potremo avere la rubinetteria ma anche il lavello e le posate d’acciaio splendenti come diceva nonna

L’acciaio è davvero bello da vedere ma solo quando risplende. Spesso usiamo il bicarbonato ma va risciacquato con abbondante acqua e strofinato accuratamente. L’aceto è efficace ma a molti può non piacere l’odore acre nei bagni ed in cucina. Gli anticalcare, invece, sono prodotti chimici e sarebbe meglio evitare per non inquinare gli scarichi domestici. In questo articolo vedremo delle alternative naturali, a costo zero e in alcuni casi anche profumate.

Anche senza bicarbonato, aceto e anticalcare potremo avere la rubinetteria ma anche il lavello e le posate d’acciaio splendenti come diceva nonna

Partiamo con le bucce di arance. Quando consumiamo le arance o i mandarini e le clementine conserviamone con cura le scorze. Non ci saranno utili solamente da grattugiare sui dolci e nemmeno da essiccare per il pot-pourri. Potremo, infatti, strofinarle sulle superfici d’acciaio, soprattutto sulle macchie ostinate di calcare o ruggine. L’acido citrico elimina il calcare ma non solo. Le scorze d’arancia disinfettano e igienizzano le superfici e al contempo lasciano un gradevole profumo. Possiamo strofinarle con ottimi risultati su posate d’acciaio e pentole. Con un solo gesto riusciremo a lucidarli e a togliere i cattivi odori come quello di pesce o di cipolla. L’acido citrico ha inoltre, un intenso potere sgrassante. Strofinando il fondo delle padelle con le scorze, riusciremo a sgrassarle da unto di condimenti oleosi.

La maionese

Non molti conoscono il potere lucidante della maionese. In questo caso dovremo metterne pochissime gocce su uno strappo di carta cucina e applicarlo sulle superfici d’acciaio anche non cromato. La maionese, infatti renderà splendente anche l’acciaio satinato come i top della cucina o le antine del frigorifero. Dopo averla applicata, andrà lucidata con un panno in microfibra. Scompariranno ditate e impronte davvero orribili a vedersi.

L’olio

Un prodotto lucidante e allo stesso tempo naturale per lucidare l’acciaio è proprio l’olio d’oliva. Naturalmente prima dovremo sgrassare e pulire il rubinetto o il lavello con uno dei metodi sopra elencati: buccia d’arancia, bicarbonato od aceto. In seguito verseremo poche gocce di olio su un panno in microfibra e passeremo con un po’di olio di gomito su tutte le parti d’acciaio. La rubinetteria ma anche il lavello della cucina risplenderanno come se fossero stati appena acquistati.

Anche senza bicarbonato, aceto e anticalcare potremo avere acciaio lucido senza far fatica.

Lettura consigliata

Non basta usare candeggina e bicarbonato, quando utilizziamo il WC dovremmo sempre fare quest’azione per evitare rischi per la nostra salute

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te