Alla scoperta di Salzano, un fantastico borgo da visitare durante il ponte

Salzano

Ottobre sta per volgere al termine e lo farà in grande stile, ossia con l’arrivo di un lunghissimo ponte. In questi giorni, per chi ne avrà la fortuna, ci sarà quindi l’occasione di organizzare una minivacanza, al di fuori del proprio comune di residenza. Infatti, molti italiani hanno già deciso di viaggiare con l’intento di scoprire bellissimi borghi e per partecipare ad eventi enogastronomici, sagre e feste, sparse per lo stivale.

Una cittadina che racchiude tutto questo, e che potrebbe essere a due passi da casa, è Salzano, un piccolo comune di 12.837 abitanti della città metropolitana di Venezia, in Veneto.

Alla scoperta di Salzano, un bellissimo paesino che ospiterà un evento davvero interessante

Nei prossimi giorni, Salzano ospiterà uno degli eventi più attesi e suggestivi del territorio. Infatti, dal 28 ottobre al 1° novembre, si terrà la 27° edizione della famosa “Festa della Zucca”. Si tratta di una ricorrenza molto sentita dalla popolazione che, anche quest’anno, avrà modo di celebrare la regina degli ortaggi autunnali, ossia la zucca.

Dopo il successo ottenuto nei weekend precedenti, ci si aspetta una straordinaria partecipazione anche durante il ponte di Ognissanti. Il divertimento, infatti, non mancherà grazie ai tantissimi eventi in programma, come spettacoli musicali, laboratori per bambini e l’attesissimo concorso per le zucche migliori. Inoltre, ci sarà una mostra artigianale e verranno allestiti diversi stand gastronomici, dove si potranno assaggiare tantissime prelibatezze, e non solo a base di zucca. Infine, il divertimento sarà assicurato anche per i più piccini, soprattutto grazie alla festa della notte di Halloween.

Cosa vedere in un weekend

Partecipare a questo evento ci darà anche l’occasione di andare alla scoperta di Salzano, un borgo che nasconde davvero tante bellezze. Nel territorio comunale, infatti, ci sono diverse strutture e luoghi interessanti che potrebbe valer la pena visitare. Partendo dalla piazza centrale, intitolata a San Pio X, possiamo visitare il Museo ad egli dedicato, contenenti reliquie, arredi e documenti di sua proprietà.

Di fronte possiamo notare anche il maestoso campanile, alto 69 metri, iniziato nel 1712 e terminato nel 1879, e la Chiesa Arcipretale dedicata a San Bartolomeo Apostolo. Quest’ultima, eretta nel 1843, è in stile classico-toscano e contiene numerose opere del XVI e XVII secolo.

Proseguendo su via Roma, possiamo inoltre soffermarci a vedere, nello stesso complesso:

  • il bellissimo parco all’inglese di circa 48.000 metri quadrati, caratterizzato da una fitta vegetazione e da grotte, sentieri e canali;
  • la Villa Donà Romanin, che è attualmente la sede del comune di Salzano;
  • la filanda, una fabbrica di seta costruita da Leone Romanin Jacur nel 1872 e che ha contribuito allo sviluppo socioeconomico del paese, almeno fino alla chiusura nel 1952.

Per chi desidera rilassarsi, infine, si può andare anche alle Terme di Salzano in cui, grazie all’utilizzo sapiente dell’acqua, si effettuano fanghi, bagni terapeutici, idroterapia e tanto altro.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te