A quanti giorni di malattia ha diritto in un anno un lavoratore?

A quanto giorni di malattia ha diritto in un anno un lavoratore? La Redazione di Proiezionidiborsa vi potrà fornire informazioni utili che vi aiuteranno a meglio conoscere i vostri diritto. Capita sempre più spesso che non si ottengano vantaggi e benefici perché non sappiamo quanto ci spetta di diritto.  Nell’articolo “Per quali malattie non è prevista la visita fiscale INPS? potreste già reperire notizie vantaggiose. Ciò perché verreste a sapere per quali patologie  non è necessario farsi trovare a casa durante gli orari delle visite fiscali.

Nel corso del tempo possono subentrare problemi di salute per cui recarsi al lavoro diventa difficoltoso, quando non addirittura  impossibile. Vediamo dunque a quanti giorni di malattia ha diritto in un anno un lavoratore e in quali casi potrebbe comparire lo spettro del licenziamento. Ciò perché di fatto esiste un numero massimo di giorni che il lavoratore può richiedere senza mettere a rischio la propria posizione lavorativa.

A quanti giorni di malattia ha diritto in un anno un lavoratore?

Sul sito ufficiale dell’INPS troverete l’elenco dettagliato dei lavoratori cui spetta l’indennità di malattia. Ciò perché dirigenti, portieri, lavoratori autonomi, colf, badanti ed altre categorie di professionisti non possono chiedere l’indennizzo per malattia. Il numero di giorni in cui l’INPS riconosce l’indennità economica varia a seconda che il contratto lavorativo sia a tempo determinato o indeterminato.

Con contratto a tempo indeterminato un operaio o un lavoratore del settore terziario ha diritto a 180 giorni di malattia nel corso dell’anno solare. In presenza di un contratto a tempo determinato invece il contribuente può richiedere un “numero massimo di giorni pari a quelli lavorati nei 12 mesi immediatamente precedenti l’inizio della malattia da un minimo di 30 giorni ad un massimo di 180 giorni”.

A 180 giorni di malattia hanno diritto anche quanti lavorano a tempo indeterminato nell’ambito dell’agricoltura, agli apprendisti, ai disoccupati e ai lavoratori sospesi. I lavoratori con iscrizione alla Gestione separata hanno invece diritto alla cosiddetta “indennità per degenza ospedaliera” per un massimo di 180 giorni.

Consigliati per te