A cosa serve l’ISEE socio-sanitario 2021 e chi può richiederlo

La Carta Costituzionale all’art. 38 stabilisce che “ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere, ha diritto al mantenimento e all’assistenza sociale”.

Questo principio trova applicazione in una serie di leggi ordinarie che riconoscono ai soggetti che si trovano in condizioni fisiche particolari alcuni benefici, economici e non.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Sono queste le prestazioni assistenziali delle quali alcune sono fruibili dai cittadini che hanno un indicatore ISEE al di sotto di determinate soglie.

Con i Consulenti di ProiezionidiBorsa abbiamo spiegato cos’è l’ISEE e quando è indispensabile richiederlo per accedere alla maggior parte delle agevolazioni e prestazioni statali.

Quest’oggi vogliamo esaminare invece, l’ISEE socio-sanitario, a cosa serve l’ISEE socio sanitario 2021 e chi può richiederlo.

A cosa serve l’ISEE socio-sanitario 2021 e chi può richiederlo

L’ISEE socio-sanitario è un documento che serve per ricevere assistenza a domicilio per chi, a causa delle condizioni fisiche, è impossibilitato a spostarsi presso una struttura sanitaria.

Serve, inoltre, per ricevere l’ospitalità alberghiera. Ossia l’assistenza in strutture residenziali o semiresidenziali per chi non può essere assistito a domicilio.

Con questo tipo di ISEE è possibile ottenere le agevolazioni e i benefici che riguardano le persone con disabilità. O comunque non autosufficienti.

Come l’ISEE ordinario, anche l’ISEE socio-sanitario 2021 altro non è che una dichiarazione fiscale. Con la quale si misura la ricchezza delle famiglie italiane.

Questo documento tiene conto del reddito, del patrimonio mobiliare e immobiliare del richiedente e di tutti i componenti del suo nucleo familiare.

A differenza dell’ordinario, per l’ISEE socio-sanitario si può dichiarare un nucleo più ristretto.

Si prendono, infatti, in considerazione, in questo caso, solo il beneficiario, il coniuge, i figli minori. Nonché quelli maggiorenni fiscalmente a carico ad esclusione di quelli sposati o con figli.

Per i figli non conviventi, questi devono avere almeno 26 anni, non essere coniugati, non avere figli. E devono essere a carico dei genitori ai fini IRPEF.

Quali prestazioni si possono chiedere

Con l’ISEE socio sanitario 2021 è possibile richiedere le seguenti prestazioni: 1) interventi anche economici volti all’inserimento sociale della persona con disabilità; 2) sostegni e aiuti domestici al fine di rendere più autonomi nel proprio domicilio le persone con disabilità; 3) ospitalità alberghiera in strutture residenziali o semiresidenziali.

A cosa serve l’ISEE socio sanitario 2021 e chi può richiederlo

Possono richiedere all’INPS l’ISEE socio-sanitario 2021 i cittadini maggiorenni con disabilità o non autosufficienti.

L’ISEE può essere firmato dal beneficiario. Altrimenti da uno dei membri del nucleo familiare.

Quali dati inserire nella dichiarazione ISEE socio sanitario

Nella dichiarazione ISEE socio-sanitario 2021 il beneficiario, o il membro del nucleo familiare delegato, deve indicare:

a) nel quadro A, i dati del nucleo familiare;

b) nel quadro B, l’indirizzo di residenza, i dati dell’abitazione, l’eventuale contratto di affitto e l’eventuale residenza se diversa del coniuge;

c) nel foglio contrassegnato con la sigla FC  vanno invece indicati i dati relativi al patrimonio mobiliare, immobiliare, i redditi, gli assegni e l’auto di ciascun componente il nucleo familiare.

Ecco, dunque, a cosa serve l’ISEE socio-sanitario 2021 e chi può richiederlo.

Approfondimento

Quali documenti sono necessari per l’ISEE

Consigliati per te