blank

A che età si può andare in pensione con 10 anni di contributi INPS?

Anche i lavoratori cha hanno una breve storia contributiva hanno diritto al trattamento pensionistico. Analizziamo pertanto con i nostri Esperti a che età si può andare in pensione con 10 anni di contributi INPS. Con un montante contributivo così esiguo il lavoratore non maturerà il diritto ad un assegno mensile consistente. Come ben sappiamo l’ammontare del rateo aumenta in misura proporzionale al numero di anni in cui il lavoratore versa l’assicurazione in una cassa previdenziale.

Di conseguenza per incrementare la propria anzianità contributiva bisogna aver svolto attività lavorativa con regolare contratto per molti anni. Per rimediare ad una carriera discontinua e piena di lacune assicurative si può ricorrere alla strategia della contribuzione volontaria. Si può pertanto procedere al versamento di ulteriori contributi facendosi carico del pagamento degli stessi, laddove possibile. A tal proposito potrebbe essere utile sapere “Quanti soldi servono per pagare 5 anni di contributi INPS ai fini delle pensioni?”. Chi non ha risorse economiche per il versamento volontario si chiede invece a che età si può andare in pensione con 10 anni di contributi INPS.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

A che età si può andare in pensione con 10 anni di contributi INPS?

Con un montante assicurativo di 10 anni, ma ne risultano sufficienti soltanto 5, si matura il diritto alla pensione di vecchiaia. L’accesso a tale misura previdenziale prevede il compimento di 71 anni di età e contribuzione successiva al 1996. Con meno di 10 anni di contributi l’INPS riconosce inoltre l’assegno ordinario di invalidità o la pensione di inabilità.

Con almeno 10 anni di contribuzione possono richiedere l’anticipo pensionistico i lavoratori ciechi. L’età di accesso alla pensione di vecchiaia per gli uomini coincide con 56 anni e 51 per le donne. Anche alcune categorie di professionisti possono ricevere il trattamento previdenziale con soli 10 anni di contributi come ad esempio commercialisti, psicologi. In particolare, gli avvocati che posseggono almeno 5 anni di contributi presso la cassa forense possono inoltrare domanda di pensionamento all’età di 70 anni.

Consigliati per te