Versamento diretto sui conti correnti. A chi spetterà?

Le banche in questi giorni stanno lavorando a ritmi frenetici per effettuare un versamento diretto sui conti correnti di molti lavoratori in conseguenza al coronavirus. L’emergenza sanitaria ed economica che il Paese sta affrontando si impone come una priorità assoluta la cui risoluzione richiede grandi manovre. A chi spetterà il versamento diretto sui conti correnti? Secondo le ultime stime migliaia di aziende hanno chiuso i battenti e sono milioni i lavoratori in cassa integrazione. Proprio a questi ultimi si sta cercando di dare sostegno immediato attraverso l’assegnazione della quota relativa.

Le finalità del versamento

L’Associazione Bancaria Italiana (ABI) sta cercando di attuare un sistema che consenta il versamento diretto sui conti correnti dell’anticipo di cassa integrazione. La solerte manovra punta a sussidiare tutti quei lavoratori sospesi a causa del coronavirus che sono rimasti a casa e devono sostenere la propria famiglia. La strategia che l’ABI sta concertando si pone principalmente due obiettivi: da un lato un immediato sostegno economico e dall’altro l’evitamento di pericolosi assembramenti presso istituti di credito. A rivelare la notizia sono Antonio Patuelli e Giovanni Sabatini, rispettivamente presidente e direttore generale dell’Associazione.

In arrivo l’accordo tra le parti?

Come molti sapranno, l’erogazione degli importi relativi alla cassa integrazione (Cig) di ciascun lavoratore richiede dei tempi tecnici che in questo caso bisogna superare. Le lungaggini burocratiche potrebbero costare molto caro a milioni di lavoratori che sono rimasti a casa da un giorno all’altro privi di stipendio. È per questo che si sta coinvolgendo direttamente le banche nel rilascio dell’anticipo Cig. Questo significa che i pagamenti potrebbero essere riconosciuti da subito dall’Inps ed erogati sottoforma di anticipo. Il versamento diretto sui conti correnti della cassa integrazione anticipata è al momento una proposta che si sta passando al vaglio. Sicuramente, tanto i sindacati quanto le associazioni imprenditoriali hanno accolto di buon grado l’iniziativa. Ora si lavora affinché si raggiunga un accordo in breve volger di tempo e il versamento  sia fattibile al più presto.

Consigliati per te