Tempesta all’orizzonte per le Borse americane?

Tempesta

Dopo il forte rialzo dai minimi formati a ridosso del 17 ottobre, nei giorni scorsi i mercati americani sembrerebbero aver iniziato a formare un pattern di doppio massimo, rispetto ad agosto, settembre ed ottobre. Questa è una figura grafica, che secondo i criteri dell’analisi tecnica classica dovrà formarsi in un determinato modo in prezzo  e tempo, e potrebbe portare anche a nuovi minimi ripetto a quelli segnati nelle scorse settimane. Cosa attendere quindi? Tempesta all’orizzonte per le Borse americane? Non è detto, ma come al solito saranno i prezzi a dare indicazioni affidabili.

Procediamo per gradi.

La chiusura della seduta di contrattazione del giorno 15 novembre è avvenuta ai seguenti prezzi:

Dow Jones

33.592,93

Nasdaq C.

11.358,41

S&P 500

3.991,73.

Stop al rally natalizio?

I prossimi 3/5 giorni di Borsa aperta saranno decisivi per definire lo scenario fino alla fine dell’anno.

Cosa attendere da ora in poi secondo gli oscillatori proprietari

Dow Jones

Tendenza rialzista di brevissimo fino a quando non si assisterà a una chiusura giornaliera inferiore a 33.394. Ribassi duraturi solo con la chiusura di questa settimana inferiore a 32.424.

Nasdaq C.

Tendenza rialzista di brevissimo fino a quando non si assisterà a una chiusura giornaliera inferiore a 11.069. Rialzi duraturi solo con la chiusura di questa settimana inferiore a 10.344.

S&P 500

Tendenza rialzista di brevissimo fino a quando non si assisterà a una chiusura giornaliera inferiore a 3.944. Ribassi duraturi solo con la chiusura di questa settimana inferiore a 3.744.

Finito il rialzo e tempesta all’orizzonte per le Borse americane?

Alcuni oscillatori predittivi indicano che possa essere vicino un ritracciamento anche del 5/7%. Questa previsione andrà confermata di volta in volta senza alcun preconcetto. Le prossime date di setup mensile scadranno il 21/23 e 29 novembre. Alla loro scadenza si verificheranno probabilmente dei minimi/massimi assoluti/relativi.

La giornata odierna dirà se la debolezza che si è vista ieri nelle ultime ore di contrattazione seguirà o meno. Per il momento investire in azioni sembrerebbe avere ancora maggiori probabilità a favore.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te