Senza candeggina e acido muriatico puliamo il fondo nero o incrostato del water

Alcuni prodotti che utilizziamo da tanti anni senza pensarci, sono molto utili per le pulizie di casa. La candeggina, per esempio, ha una grande popolarità per igienizzare e sbiancare pavimenti, sanitari, infissi. Eppure ha una certa tossicità e pensare di infilare le mani in un secchio pieno di acqua calda e candeggina dovrebbe crearci dei timori. I vapori, infatti, potrebbe irritare la bocca, gli occhi e la pelle e portare a problemi respiratori.

Lo stesso discorso possiamo farlo per l’acido muriatico che è perfetto per pulire doccia, water e bidet, ma potrebbe dare tanti disturbi in caso di inalazione. Inoltre, i materiali delicati potrebbero subire conseguenze, per esempio il marmo, i mattoni e le pianelle in cotto, la pietra calcarea, l’alluminio e l’ottone. Quindi proviamo delle strade alternative per garantire la nostra salute e quella della nostra casa.

I vantaggi dell’acqua ossigenata

Senza candeggina e acido muriatico, che potrebbero disperdersi nell’ambiente tramite le tubature e inquinare l’ambiente, proviamo a eliminare il fondo marrone del water con l’acqua ossigenata. Prima di riempire un secchio di acqua calda e effettuare direttamente la pulizia che potrebbe non produrre risultati, possiamo procedere in un alto modo. Mettiamo nell’acqua dello scarico mezzo flacone di acqua ossigenata e qualche spruzzata di detersivo per i piatti. Ogni volta che tireremo l’acqua, il composto andrà a smacchiare il fondo che con il tempo si schiarirà.

Quando la macchia è diventata meno incisiva possiamo procedere con una spugnetta e con la stessa miscela per eliminare la macchia definitivamente. Questo sistema è utile anche utilizzando l’acido citrico insieme al detersivo per i piatti. Se vogliamo essere ecologici fino in fondo utilizziamo un detersivo biologico.

Rispettare le tubature grazie a prodotti che non corrodono

Servirebbero tre cucchiai di bicarbonato e 2 di aceto bianco per rimuovere le incrostazioni gialle del water e per rimuovere il calcare che potrebbe formarsi con il tempo. La ceramica tornerebbe come nuova con il composto schiumoso utilizzato tramite una spugnetta ruvida utile per far brillare la ceramica. Sporcizia e calcare rendono nero il water se non dedichiamo una cura giornaliera ai sanitari. Se non sappiamo come togliere la muffa dal silicone del box doccia o se non sappiamo come togliere le macchie dal lavandino del bagno, questi rimedi ci aiutano nelle pulizie quotidiane. La muffa non ci deve scoraggiare a meno che le incrostazioni non siano presenti da anni.

In tal caso, togliamo l’acqua dal water e versiamo il composto attendendo qualche ora perché faccia effetto. Possiamo utilizzare anche la coca cola e il sale che attenuano le macchie prima di eliminarle con una pulizia più approfondita. Nel caso del sale ne occorrerà un etto, quindi con lo scopino potremmo procedere alla rimozione delle macchie.

Senza candeggina e acido muriatico puliamo il fondo nero o incrostato del water

Il bagno è uno degli ambienti più importanti e delicati della casa e l’igiene dovrebbe sempre essere massima. Alcuni modelli di water non hanno la brida, cioè il bordo superiore interno in cui esce l’acqua e dove spesso macchie e incrostazioni diventano più difficili da eliminare.

Anche i sanitari appesi potrebbero facilitarci, perché insieme al water anche il pavimento potrebbe essere pulito più facilmente con gli stessi prodotti. Risparmiare tempo e fatica potrebbe essere più semplice di quanto crediamo.

Lettura consigliata

Basta puzza di piedi e cattivi odori provenienti dai muri nella camera da letto

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te