Riscatto di questi contributi INPS gratis ai fini pensionistici per dipendenti pubblici e privati

Anche se al momento il dibattito sull’eventuale riforma pensioni è fermo, non mancano le proposte. L’urgenza sembra essere quella di garantire una pensione dignitosa alle generazioni più giovani. Quelle che, ricadendo interamente nel sistema contributivo, non hanno la garanzia di avere una pensione troppo alta. Ovvero un trattamento previdenziale che permetta di vivere in modo dignitoso.

Il problema dei giovani, infatti, non è legato solo al sistema di calcolo meno conveniente. Ma anche al fatto che si entra nel mercato del lavoro sempre più tardi, iniziando, anche a versare tardi i contributi. Questo, nella maggior parte dei casi dà come risultato carriere discontinue e precarie per molti anni. E a risentirne sono anche gli assegni previdenziali.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Riscatto di questi contributi INPS gratis ai fini pensionistici per dipendenti pubblici e privati

Nel dibattito in corso spicca la proposta rilanciata dal presidente dell’INPS. Pasquale Tridico, infatti, ha riproposto l’idea di un riscatto Laurea gratuito per coprire il percorso formativo con dei contributi utili alla pensione. Ovviamente attuare una simile proposta significherebbe mettere in campo ingenti risorse a copertura, che potrebbero essere inferiori grazie al riscatto light.
Si tratta di uno strumento molto utilizzato anche oggi, ma che richiede un onere che non sempre è sostenibile. La Laurea, infatti, può essere riscattata ai fini pensionistici, ma per i dipendenti pubblici anche per aumentare l’importo del TFR.

La proposta avrebbe una duplice funzione. In primo luogo incentiverebbe i giovani a studiare. Sapendo che il periodo di studi universitari è riscattabile gratuitamente, infatti, potrebbero viverlo in maniera più serena. Senza pensare di dover, poi, riscattare onerosamente gli anni del corso di Laurea.
Allo stesso tempo, poi, permetterebbe a questi stessi giovani di incrementare l’importo della futura pensione. E questo senza il bisogno che sia varata quella che era stata definita “pensione di garanzia”.

Riscatto Laurea gratuito utile non solo ai giovani

Anche se i beneficiari primari di questa misura sarebbero sicuramente i giovani, il riscatto gratuito interesserebbe tutti. Anche quei lavoratori che non hanno contributi sufficienti per cogliere un pensionamento anticipato oggi. E non hanno, allo stesso tempo, la liquidità necessaria a riscattare gli anni di studio.
Per chi deve accedere alla pensione anticipata servono 42 anni e 10 mesi di contributi (per le donne 1 anno in meno). Riscattando gratuitamente 4 o 5 anni di corso di Laurea sarebbero sufficienti 37 anni e 10 mesi di lavoro per cogliere la pensione.

Per ora si tratta soltanto di una proposta che però, se accolta, metterebbe l’Italia al pari di tanti altri Paesi europei, dove è già previsto il riconoscimento dei contributi per il periodo di studio formativo. Il riscatto di questi contributi INPS gratis permetterebbe ai giovani che decidono di studiare di non essere penalizzati sull’età di accesso alla pensione.

Approfondimento

Con stipendio medio pensione nettamente più alta per chi ha iniziato a lavorare prima dei 30 anni

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te