Dalla Grecia una ricetta tradizionale che aiuterà chi non sa come cucinare le melanzane evitando i soliti piatti come la Parmigiana

melanzane

In estate è impossibile resistere alle varie sfumature gastronomiche offerte dai prodotti stagionali.

Ed è impossibile non prestare attenzione alle melanzane. Si tratta di ortaggi squisiti, versatili, ipocalorici e davvero poco costosi, che si prestano alle preparazioni più diverse. L’importante è ricordarsi sempre di scolare le fette che si va a tagliare, dentro uno scolapasta, con un pizzico di sale. Questo si fa affinché possano liberarsi dai liquidi in eccesso. È inoltre imperativo cuocerle. Infatti le melanzane crude, come alcune altre piante tossiche contenenti la solanina, decisamente non sono commestibili.

Viene dalla Grecia una ricetta tradizionale che aiuterà coloro che ormai pensano di averle sperimentate in tutti i modi. La cucina greca è assolutamente sostanziosa, ma fresca. Di antica tradizione, essa affonda le radici sull’utilizzo sapiente dei prodotti tipici del Mediterraneo. Dalle olive e l’olio, alla carne di agnello, allo yogurt salato. E poi pesce e le ottime verdure, spesso condite con menta e spezie. La gastronomia greca è di fatto una delle più apprezzate al mondo, nonché una delle più proposte e rivisitate anche dalla alta ristorazione. Una delle ricette simbolo di questo Paese così importante per la nascita della civiltà occidentale, è sicuramente il Moussaka.

Dalla Grecia una ricetta tradizionale che aiuterà chi non sa come cucinare le melanzane evitando i soliti piatti come la Parmigiana

Le melanzane, ne bastano 2 o 3 belle grandi, vanno tagliate a fette dello spessore di 3 o 4 millimetri e poi messe a spurgare l’acqua. È necessario in questa fase disporre di teglie e strofinacci, che sono migliori rispetto alla carta assorbente. Dopo averle cosparse leggermente di sale, sarebbe utile mettere una teglia sopra l’altra, coperte da uno strofinaccio, con un peso sopra, che potrebbe essere una teglia piena d’acqua. A questo punto, si prepara la besciamella, nel modo consueto, con latte, burro, farina pepe bianco e noce moscata. Per il ragù, bisogna far rosolare una cipolla e uno spicchio d’aglio tritato in una casseruola con dell’olio di oliva. Vanno fatti stufare a fuoco lento per 4 o 5 minuti. Fatto ciò, si aggiunge 500 g di macinato magro di manzo.

Un piatto che richiede pazienza

La carne dovrà cuocere a fuoco lento per un po’ prima di aggiungere il pomodoro, mettere il tappo e attendere una cottura di almeno 20 minuti. Passato questo tempo, si aggiunge al sugo un albume d’uovo montato a neve e del prezzemolo tritato. Le melanzane vanno a fritte in padella, nell’olio. Mano a mano che sono pronte, si scolano nella carta assorbente. Alla besciamella ormai fredda, saranno aggiunti un tuorlo d’uovo e un po’ di panna, mescolando fino ad ottenere una consistenza omogenea.

Dopo aver imburrato una pirofila, è il momento di comporre il Moussaka. Si dispongono prima le melanzane, poi il ragù, del parmigiano e ancora delle melanzane. Così si compone una specie di lasagna. Infine, si copre tutto con la besciamella, un pizzico di parmigiano e pane grattugiato per gratinare. Il Moussaka si inforna a 180 gradi per 50 minuti circa. Sulla sua superficie si dovrebbe creare una sfiziosissima crosticina dorata.

Lettura consigliata

Non solo melanzane, ecco la ricetta per la parmigiana bianca di zucchine, leggera soffice e senza frittura con un trucchetto facile

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te