Riempire il giardino di ortensie fiorite a costo zero sarà un gioco da ragazzi grazie a questa infallibile tecnica

In un precedente articolo apparso sulle Pagine di ProiezionidiBorsa si era trattato della talea erbacea da effettuare durante la primavera (consultare qui).

Bisogna, però, sapere che non è l’unica talea esistente per moltiplicare le ortensie del nostro giardino. Infatti, è possibile riprodurle anche in un diverso periodo temporale utilizzando la talea semi legnosa.

Il secondo periodo per effettuare una talea, infatti, è quando la pianta inizia ad andare in riposo vegetativo, tra ottobre e dicembre.

Ma come si effettua questa operazione? Sarà necessario selezionare un ramo di ortensia di almeno un anno.

Questo dovrà essere significato, sano, con foglie ma senza infiorescenze.

Riempire il giardino di ortensie fiorite a costo zero sarà un gioco da ragazzi grazie a questa infallibile tecnica

Dopo aver selezionato il ramo sarà necessario reciderlo alla base utilizzando delle cesoie disinfettate.

Tagliare il ramo e selezionarne una porzione di soli due nodi, nei punti dove ci sono gemme con foglie. Tagliare sotto la gemma utilizzando, anche qui, delle cesoie affilate facendo un taglio orizzontale. Da questo taglio, infatti, nasceranno le radici. Sopra al secondo nodo, invece, il taglio andrà effettuato in maniera obliqua. Questo permetterà di riconoscerne il verso e di interrare la parte corretta.

Dopo aver tagliato sarà necessario prendere un vasetto e riempirlo di terriccio universale possibilmente ben drenato. Si consiglia di preparare il substrato mescolando in parti uguali sabbia e terriccio universale. Inserire anche uno strato di circa un centimetro di argilla espansa.

Per facilitare la produzione di radici il terreno dovrà essere mantenuto umido ma non fradicio né ristagnante.

La talea andrà inserita al centro del contenitore e spinta in basso senza però farle toccare il fondo.

A questo punto tagliare la parte apicale delle foglie e scegliere una posizione per le talee.

Dal momento che il periodo in cui si effettua questa talea è autunnale o invernale si sconsiglia di lasciare all’esterno il vaso.

Infatti è preferibile riporla in casa, scegliendo un ambiente riscaldato per una ventina di giorni prima di controllare l’eventuale presenza di radici.

Il terreno dovrà essere sempre mantenuto umido. Una volta passato l’inverno la talea avrà radicato e potrà essere sistemata in giardino o in vaso scegliendo un posto sei ombreggiato.

Ecco perché riempire il giardino di ortensie fiorite a costo zero sarà un gioco da ragazzi grazie a questa infallibile tecnica.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te