Riceverà oltre 3.000 euro a fondo perduto chi presenta domanda prima di Natale all’Agenzia delle Entrate

Arriva un nuovo contributo per alcune categorie di lavoratori che potranno finalmente ristorarsi con un Bonus pronto per l’inoltro delle istanze. Con il provvedimento n. 336230/2021 l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcune indicazioni operative ed i requisiti per accedere all’assegnazione del sussidio. Gli importi sono variabili in base ad alcuni specifici indicatori e le domande si potranno presentare solo nelle prossime settimane. Riceverà oltre 3.000 euro a fondo perduto chi presenta domanda prima di Natale all’Agenzia delle Entrate e di seguito illustriamo i dettagli per la richiesta.

Quali agevolazioni sono già attive e si possono richiedere

Sono diversi i sussidi che nel corso dell’emergenza sanitaria lo Stato ha reso disponibili per le differenti categorie di contribuenti. Se alcuni sono già stati distribuiti, altri ne arrivano in coincidenza dell’inizio del nuovo anno. Chi lavora nel campo della vendita di prodotti, ad esempio, potrà ricevere un contributo fino a 5.000 euro presentando domanda entro gennaio 2022. Per accedere alle diverse forme di finanziamento, è importante essere in possesso dei requisiti che prevede ciascun bando. In caso contrario, potrebbero scattare controlli e sanzioni da parte del Fisco laddove si riscontrino delle anomalie.

Il nuovo contributo che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione riguarda una specifica platea di beneficiari. Le domande si potranno presentare a partire dal 2 dicembre e fino al termine ultimo previsto il 21 dicembre.

Riceverà oltre 3.000 euro a fondo perduto chi presenta domanda prima di Natale all’Agenzia delle Entrate

Il fondo perduto si rivolge alle attività che hanno subito una chiusura a causa della pandemia anche nel 2021 per almeno 100 giorni. Il periodo compreso è quello che va dal 1° gennaio 2021 al 25 luglio dello stesso anno. Il provvedimento AdE attua quanto prevedeva l’articolo 2 del decreto Sostegni bis  e stabilisce diversi importi. I contributi che è possibile chiedere sono sostanzialmente due: un riguarda le attività chiuse e l’altro la maggiorazione per discoteche. Chi rientra nel primo gruppo deve risultare in possesso di Partita IVA in data precedente al 26 maggio 2021 ed avere un codice ATECO 2007 specifico. In questo caso, il contributo che si potrà ricevere va da un minimo di 3.000 euro fino a 12.000 euro in base ai ricavi registrati nel 2019.

Il secondo contributo invece prevede il possesso di un codice ATECO 2007 93.29.10 e possesso di Partita IVA precedente al 23 luglio 2021. Si tratta di discoteche, night club, sale da ballo e simili che potranno presentare domanda se presentano tutti i requisiti necessari. In questo caso, l’ammontare del fondo perduto potrà raggiungere il valore massimo di 25 mila euro. C’è tempo fino al 21 di dicembre per consultare le regole e presentare l’istanza.

Approfondimento

Per evitare accertamenti dall’Agenzia delle Entrate ecco come fare un bonifico al figlio per regalare soldi

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te