Quanto si percepisce di pensione con 30 anni di contributi?

Il lavoratore che ha versato contributi per 30 anni e desidera andare in pensione potrebbe trovare utile sapere quanto si percepisce. Conoscere in anticipo a quanto ammonterà l’assegno pensionistico è fondamentale per valutare la possibilità di abbandonare definitivamente il lavoro. Nel precedente articolo abbiamo fornito risposte a chi si chiede “Con 20 anni di contributi a quanto ammonta la pensione?”.

Adesso consideriamo il caso di una carriera lavorativa più lunga e vediamo quanto si percepisce di pensione con 30 anni di contributi. Si dà ovviamente per scontato che l’aspirante pensionato abbia raggiunto l’età di 64 anni. Ciò equivale a dire che il lavoratore intende avvalersi dell’anticipo pensionistico. E non sono pochi i contribuenti che desiderano abbandonare la professione prima ancora di aver raggiunto l’età pensionabile. L’abbandono anticipato del mondo del lavoro comporta tuttavia dei margini di perdita economica sull’assegno che l’Inps eroga. Vediamo in che misura l’anticipo pensionistico incide negativamente sull’importo del rateo.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Quanto si percepisce di pensione con 30 anni di contributi?

Prendiamo il caso di un lavoratore che ha compiuto 64 anni di età ed ha versato soltanto 30 anni di contributi. Di questi ultimi, 10 anni di contributi rientrano nel sistema retributivo. In tal caso, il soggetto percepirebbe un assegno mensile lordo di 735 euro. Si giunge a tale cifra perché occorre considerare un margine di perdita pari al 30%. Il rateo pensionistico ammonterebbe difatti a ben 1.041 euro se si effettuasse il calcolo in base ai criteri del sistema misto.

A fronte dell’importo lordo di 735 euro, il pensionato di 64 anni con 30 anni di contributi riceverebbe un importo netto di 687 euro. Si giunge ad individuare l’ammontare dell’assegno pensionistico grazie alle simulazioni di calcolo che la Cgil ha compiuto. Le previsioni delle indagini condotte dalla Cgil consentono di soppesare vantaggi e svantaggi di una pensione anticipata. Dai calcoli effettuati è emerso una situazione nettamente sfavorevole per il contribuente. Stando all’aspettativa di vita, il pensionato con 30 anni di contributi perderebbe per l’intero periodo di prevedibile percezione dell’assegno, 45.864 euro.

BNP Turbo Unlimited
BNP Turbo Unlimited

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.