Quanta acqua dare alle piante d’appartamento in autunno per non sprecarla

Non sprecare acqua è fondamentale e non solo per risparmiare sulla bolletta. In un momento nel quale la bolletta del gas è altissima e la bolletta elettrica raddoppiata, serve risparmiare. Motivo per il quale cerchiamo anche dove si risparmia nel fare la spesa.

Per le famiglie, purtroppo, sono in arrivo mesi tremendi, a sentire gli esperti. Perché ci sia la crisi energetica in tanti se lo chiedono e non lo capiscono. Mentre sanno molto bene che devono inventarsi di tutto per risparmiare denaro. Ad esempio, ricorrono ai rimedi della nonna per curare il raffreddore, l’influenza, i brufoli, l’artrosi, evitando magari di comprare medicine, laddove possibile.

Perché l’acqua sia importante per le piante non va mai sottovalutato

A volte, non ci preoccupiamo di quanta acqua dare alle piante d’appartamento in autunno. Nel senso che erroneamente si pensa che solo d’estate i nostri vasi debbano essere riempiti di acqua. Nelle altre stagioni, non ci facciamo troppi problemi. Quando ci ricordiamo, le bagniamo.

Un grosso errore, perché è importante sapere quanta acqua usare per innaffiare le piante per non vederle soffrire. Perché va bene interrogarsi, a livello personale, su quanta acqua bere al giorno come esseri umani, ma non dimentichiamoci delle nostre piante d’appartamento. Anche per loro le dosi devono sempre essere oculate e l’acqua non va mai data a caso.

Cosa succede se innaffiamo troppo le piante o se lo facciamo troppo poco

Per capire se abbiamo bagnato troppo la nostra pianta, dovremo vedere il colore delle foglie. In base al loro aspetto, potremmo stabilire se stiamo sbagliando nel bagnare le piante oppure no. Se hanno un colore giallastro, con delle macchie marroni che crescono, allora abbiamo esagerato.

Ma allora, quanta acqua dobbiamo dare in autunno e in inverno alle nostre piante? Sembra banale dirlo, ma ogni pianta ha la sua esigenza. Non possiamo fare di tutta l’erba un fascio e non dobbiamo pensare che ogni pianta sia uguale alle altre.

Quanta acqua dare alle piante d’appartamento in autunno per non sprecarla

In teoria, se abbiamo un giardino o un orto, è sufficiente la pioggia (quando arriva) e l’umidità, sia in autunno, sia in inverno. La cosa da fare è capire se la pianta necessiti o meno di acqua, senza arrivare alla cadenza abituale di primavera ed estate. Senza disperare se la vedessimo in cattive condizioni, perché c’è un modo per capire se la pianta è appassita o morta ed, eventualmente, recuperarla.

Da questo punto di vista, la cosa più immediata da fare è vedere se il terreno della pianta di appartamento è umido. Non accontentandosi della superficie, ma andando a fondo. Ovvero, con un bastoncino dobbiamo penetrare il terreno di un paio di centimetri per 2 o 3 minuti per capire se è umido. Se è bagnato, allora siamo a posto. Se non lo fosse, ecco che la pianta ha bisogno di acqua.  Come detto, anche il colore delle foglie ci è di aiuto. Se iniziano ad appassire è perché le abbiamo trascurate e dobbiamo subito provvedere a bagnarle.

Lettura consigliata

Come salvare e recuperare una pianta secca e appassita o bruciata dal sole

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te