Quando arrivano i soldi del TFS per i dipendenti pubblici che vanno in pensione INPS

I lavoratori del settore pubblico hanno diritto alla quota di liquidazione nel momento in cui raggiungono il pensionamento. Tuttavia, non tutti sanno precisamente quando arrivano i soldi del TFS per i dipendenti pubblici che vanno in pensione INPS. Cerchiamo allora di capire quali regole si applicano al sistema e cosa è importante sapere per far valere i propri diritti.

Che cos’è il TFS per dipendenti pubblici

Il termine TFS altro non è che un acronimo il quale sta ad indicare il Trattamento di Fine Servizio. Esso interessa tutti quei dipendenti pubblici che sono stati assunti a tempi indeterminato entro il 31 dicembre 2000. Inoltre, riguarda chi tra questi non abbia attivato particolari Fondi di Pensione Complementare. Si parla invece di TFR per tutti quei dipendenti pubblici che hanno sottoscritto un contratto a tempo determinato o indeterminato successivamente al 31 dicembre 2000.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

A differenza di quanto accade nella sfera del lavoro privato, i tempi di erogazione del TFS per dipendenti pubblici possono variare. In generale, si parla di tempi che prevedono un breve, medio o lungo termine. Queste variazioni risentono del tipo di amministrazione nel quale si è impiegati e delle modalità che hanno portato all’interruzione lavorativa. Ecco perché ricorre spesso la domanda relativa a quando arrivano i soldi del TFS per i dipendenti pubblici che vanno in pensione INPS.

Come si calcolano i tempi per ricevere il Trattamento di Fine Servizio

I lavoratori del settore pubblico, maturano nel corso del tempo una quota di TFS. Tale indennità viene corrisposta d’ufficio. Questo significa che il lavoratore non deve presentare una specifica istanza per l’ottenimento. La normativa che regolamenta la liquidazione del TFS segue quanto disciplina la Legge n. 147/2013. Per mezzo di tale regola, il Legislatore ha fissato dei limiti temporali entro i quali è possibile ricevere la provvidenza economica. Ebbene, quando arrivano i soldi del TFS per i dipendenti pubblici che vanno in pensione INPS?

Il termine per la ricezione del TFS può oscillare tra un periodo di tempo che va dai 12 ai 24 mesi. In alcuni casi, come ad esempio per la pensione con Quota 100, la finestra di attesa può estendersi fino a 6 anni. Questo perché si attende il raggiungimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia. Coloro che ricevono il TFS entro i 12 mesi sono generalmente i lavoratori che si collocano a riposo d’ufficio per raggiungimento del limite di età. Oppure, chi cessa il servizio per risoluzione del contratto ai sensi dell’art. 72 del D.L. n. 112/2008. Un’altra situazione di attesa simile si verifica quando si estingue il rapporto di lavoro a tempo determinato. In tutte le altre circostanze, l’arrivo del TFS potrebbe prevedere almeno 24 mesi dalla cessazione del rapporto.

Approfondimento

A quanto ammonta la buonuscita di un insegnante che va in pensione INPS

Consigliati per te