Quali Bonus scadono a dicembre e quelli confermati per il prossimo anno

bonus

Da qui alla fine del 2022, per il Governo italiano guidato da Giorgia Meloni ci saranno da decidere, tra l’altro, pure i destini di molti Bonus. Con molti di questi introdotti dal Governo Draghi, mentre altri erano già in essere e sono stati prorogati.

Si tratta, nello specifico, di contributi che spaziano dall’acquisto di televisori agli interventi di ristrutturazione edilizia. Passando per i Bonus che sono a sostegno della genitorialità.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Quali Bonus scadono a dicembre e quelli confermati per il prossimo anno

Nel dettaglio, uno dei Bonus più importanti, con la scadenza a fine anno, è quello relativo al 110% sulle villette unifamiliari. Con buona chance di proroga anche se, con ogni probabilità, il 110 villette potrebbe essere meno appetibile a partire dal 2023. Ovverosia abbassando le detrazioni fiscali ottenibili. Lo stesso discorso va fatto pure per il Bonus facciate che, ad oggi, scadrà il prossimo 31 dicembre.

Su quali Bonus scadono a dicembre, inoltre, in bilico per il 2023, senza un rinnovo, c’è pure il contributo per l’acquisto di televisori e di decoder compatibili con il segnale del nuovo digitale terrestre. Ed anche in questo caso le probabilità di proroga sono molto alte. Considerando anche il fatto che il passaggio definitivo al nuovo digitale terrestre partirà proprio dal prossimo anno.

Tra gli altri Bonus da prendere al volo prima della fine del 2022, inoltre, ci sono pure il Bonus trasporti ed il Bonus asilo nido. Sempre supponendo che non sia prevista una proroga a tutto il 2023 per queste due misure. In particolare, il Bonus trasporti è un contributo fino a 60 euro che copre la spesa per l’abbonamento ai mezzi pubblici. Mentre il Bonus asilo nido copre la retta per i figli piccoli con un massimale annuo erogabile che arriva fino a ben 3.000 euro. In più, il Bonus asilo nido presenta la caratteristica per cui il contributo può essere concesso pure in assenza di attestazione ISEE.

Cosa aspettarsi su assegno unico e detrazioni fiscali per acquisto mobili ed elettrodomestici

Per il 2023, invece, è confermatissimo l’assegno unico e universale a favore delle famiglie con figli fino all’età di 21 anni. Anzi, il nuovo Governo di centrodestra, guidato dal Premier Giorgia Meloni, potrebbe rivedere verso l’alto gli importi mensili riconosciuti alle famiglie.

Salvo per il 2023, inoltre, è pure il Bonus mobili al 50%. Ma con il massimale di spesa su cui calcolare la detrazione che, dal prossimo anno, si dimezzerà. Passando a 5.000 euro rispetto agli attuali 10.000 euro di spesa su cui calcolare la detrazione fiscale.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te