Perché gli stipendi da luglio a dicembre 2022 saranno più alti e per chi la busta paga aumenterà

Una buona notizia per gli italiani è in arrivo. A partire da luglio le buste paga saranno più ricche e sarà così almeno fino a dicembre 2022. Il tutto, grazie a Bonus, rimborsi e mensilità aggiuntive. Poi, bisogna aggiungere: il taglio del cuneo fiscale per 4 mesi, il Bonus 200 euro, nonché la quattordicesima e la tredicesima. Qui di seguito spiegheremo perché gli stipendi da luglio a dicembre 2022 aumenteranno e come avverrà tale aumento delle buste paga nei prossimi mesi.

Partiamo da quella di luglio, che è riferita al mese di giugno. In questa verranno riconosciuti dei permessi extra e, per alcune categorie, ci sarà l’accredito della quattordicesima mensilità. Inoltre, sempre a luglio, per chi ha inviato la dichiarazione dei redditi a fine maggio, arriveranno i primi rimborsi. Infine, per molti vi sarà l’accredito del Bonus 200 euro esentasse.

Gli aumenti per le altre mensilità

Arriviamo alla busta paga di agosto, in cui confluirà la quattordicesima per coloro che non l’hanno ricevuta a luglio. Deve trattarsi, naturalmente, sempre di persone appartenenti alle categorie per cui questa sia prevista dal contratto collettivo. Poi molti otterranno il Bonus IRPEF, ossia il rimborso dell’importo risultato a credito dalla dichiarazione dei redditi 730/2022. Soffermiamoci, adesso, sulla busta paga di settembre, in cui continueranno i rimborsi IRPEF, per chi ha presentato la dichiarazione dei redditi successivamente.

Poi, nella busta paga di ottobre, che è riferita al mese di settembre, inizierà ufficialmente il taglio del cuneo fiscale. Grazie a questa manovra, si ridurrà la differenza tra stipendio lordo e netto. Si tratterà, però, di una misura provvisoria di 4 mesi, che si stabilizzerà, forse, solo successivamente. Essa dovrebbe riguardare i redditi inferiori a 35.000 euro, per i quali si va verso un taglio del 4% di imposte e contributi. Il tutto, con un aumento effettivo dello stipendio che va da 50 a 75 euro al mese.

Perché gli stipendi da luglio a dicembre 2022 saranno più alti e per chi la busta paga aumenterà

Arriviamo a parlare della busta paga di novembre, in cui continuerà il taglio del cuneo fiscale, previsto, come detto, per 4 mesi. Per alcuni, inoltre, avverrà anche il rimborso IRPEF, ultimo mese utile per ottenerlo. Infine, abbiamo la busta paga di dicembre, riferita a novembre. In questo caso, si ripeterà la misura del taglio del cuneo fiscale. Inoltre, verrà accreditata la tredicesima mensilità, entro la fine del mese.

Approfondimento

Uno stipendio in più all’anno con il taglio del cuneo fiscale per questi lavoratori con redditi fino a 35.000 euro

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te