Per sbiancare le fughe nere di piastrelle e pavimenti ed eliminare i cattivi odori questi prodotti sono ottimi e utili anche per bagno e cucina 

Utilizzare prodotti che abbiamo in casa per creare detergenti naturali con cui provvedere alle pulizie quotidiane permette di evitare l’impiego di sostanze chimiche. È un metodo valido per trattare delicatamente piastrelle e pavimenti risparmiando denaro senza perdere in efficacia.

Ecco alcune ricette utili per sbiancare le fughe nere di piastrelle e pavimenti ma anche per profumare gli ambienti facendoli brillare in maniera semplice e veloce.

Rimedi naturali da utilizzare con l’aceto

Per eliminare impurità e sporcizia in profondità, l’aceto bianco distillato è un prodotto prezioso. La maggior parte delle pulizie possono essere effettuate creando ricette che abbiano l’aceto come ingrediente base. È utile contro le sostanze alcaline, scioglie il calcare e previene la formazione delle muffe. Anche le macchie di caffè, tè e ruggine possono essere trattate con questo rimedio.

Per fare in modo che sia ancora più efficace, si può utilizzare insieme al borace. Per avere un prodotto che abbia un buon odore, invece, si può aggiungere un olio alla lavanda o all’eucalipto.

L’olio dell’albero del tè è un ottimo antibatterico e mischiato con aceto e borace forma un detergente che elimina il nero dalle fughe dei pavimenti igienizzandole al meglio.

Se oltre a igienizzare i pavimenti vogliamo eliminare i cattivi odori, possiamo diluire 0,5 litri di aceto in 3 litri di acqua e aggiungere olio essenziale di menta o eucalipto. L’odore di aceto va via in fretta mentre quello di menta ed eucalipto rimangono nell’ambiente.

Se vogliamo creare uno sgrassatore universale, invece, possiamo utilizzare 150 ml di aceto, 100 ml di acqua ossigenata, 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia, 10 gocce di tea tree e 20 gocce di olio di lavanda. Per diluire utilizziamo mezzo litro d’acqua.

Per sbiancare le fughe nere di piastrelle e pavimenti ed eliminare i cattivi odori questi prodotti sono ottimi e utili anche per bagno e cucina

Il bagno è spesso l’ambiente che ci impegna di più. Per eliminare la sporcizia dalle superfici sanitarie possiamo mescolare l’aceto con l’amido di mais e utilizzare poi l’olio essenziale di eucalipto o lavanda per profumare.

Un detergente naturale particolarmente efficace con la ceramica è quello che otteniamo mischiando 100 ml di aceto, 1 cucchiaio di borace e 1 di sapone di Marsiglia. Vanno mescolati lentamente con acqua bollente. Solo quando il composto si sarà raffreddato dovremo aggiungere gli oli essenziali per la profumazione.

La malta delle piastrelle del bagno invece va trattata con delicatezza senza utilizzare l’aceto, che è molto forte e potrebbe sgretolarla o rovinarla. In questo caso, il rimedio più adatto è il bicarbonato. Se la fuga è fatta di materiale leggermente colorato, però, insieme ad acqua e bicarbonato è necessario ricorrere all’acqua ossigenata.

Il borace, mischiato con un detersivo biologico naturale, diventa invece un ottimo sgrassatore per le cappe aspiranti dei fornelli, per il forno e per il piano cottura.

Lettura consigliata

Ci sono oli essenziali con cui camera da letto, cucina e bagno sarebbero profumatissimi e basterebbe riciclare vecchie candele per avere aromi personalizzati

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te