Per il colesterolo alto potremmo provare questa dieta basata sul nostro sangue

Dieta e alimentazione sono sicuramente degli aspetti fondamentali della nostra vita. Non solo ci servirebbero a migliorare la nostra salute, ma anche ad avere più energie. Ci sono moltissime diete diverse, adatte a tutte le necessità. Tra queste, ve ne sono di più particolari, che prendono in considerazione elementi inaspettati.

Per esempio, la dieta dei gruppi sanguigni. Questa dieta sarebbe stata creata da un naturopata americano, chiamato Peter d’Adamo. Secondo la sua teoria, potrebbero esserci degli alimenti più o meno adatti a uno specifico gruppo sanguigno. Per il colesterolo alto, dunque, potremmo provare questa dieta, che si basa sul nostro gruppo sanguigno.

Come funziona la dieta del gruppo sanguigno

La dieta, come intuibile dal nome, si basa sul nostro sangue. Secondo questa alimentazione, infatti, nel sangue potrebbe esserci un’impronta genetica. Questa impronta ci aiuterebbe a scegliere quali alimenti potremmo digerire meglio o peggio. Non riguarda solo l’alimentazione, però, ma anche l’attività fisica. Questa dieta potrebbe aiutarci nell’abbassare il colesterolo e farci digerire meglio.

Gli alimenti verrebbero divisi in tre categorie. La prima è composta da quelli benefici, ovvero quei cibi che ci farebbero bene e migliorerebbero la salute. La seconda è quella degli alimenti neutri, che ci sazierebbero. Infine, l’ultima è composta da quei cibi assolutamente da evitare, che quindi nuocerebbero alla salute di quel dato gruppo sanguigno.

Per il colesterolo alto potremmo provare questa dieta basata sul nostro sangue

Il primo gruppo sanguigno è dato dallo 0, detto anche cacciatore o raccoglitore. Questo sarebbe quello più antico e potrebbe essere quello dotato del migliore sistema immunitario. Questo gruppo potrebbe stare bene seguendo una dieta ricca di proteine. I cibi prediletti sarebbero quindi carni magre e pesce. Tra gli alimenti che si dovrebbero evitare troveremmo i cereali e i latticini. Il vero nemico di questo gruppo, però, sarebbe la sedentarietà.

Il gruppo A, detto l’agricoltore, avrebbe invece un metabolismo più rallentato e un apparato digerente più debole. Per questo sarebbe consigliato evitare carne, latticini e grano per non appesantirlo. Perfetta sarebbe l’alimentazione vegana per questo tipo di gruppo sanguigno. La dieta potrebbe essere composta principalmente da legumi, verdure, frutta secca e fresca e cereali.

Tutti i gruppi avrebbero delle caratteristiche specifiche

Il terzo gruppo è il B, chiamato anche pastore. Questo soggetto potrebbe inserire nella propria dieta una varietà di elementi. Ad esclusione del pollo, le carni magre potrebbero essere un elemento portante dell’alimentazione. Sono gli unici, inoltre, a cui sarebbe consigliato consumare latticini. Gli unici elementi da evitare sarebbero gli zuccheri semplici e i conservanti.

Infine, troviamo l’AB, detto l’enigmatico. Questo gruppo sanguigno sarebbe il più raro e avrebbe caratteristiche simili sia all’A che al B. Sarebbero quindi da evitare carni rosse, insaccati e pasta. Invece, potremmo mangiare pesce, latticini, ortaggi e frutta.

Lettura consigliata

Per l’orecchio tappato da cerume potremmo provare questi rimedi della nonna

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te