Omicron e inflazione spaventano le Borse e gli iPhone affossano questo titolo che impiomba Piazza Affari

Sui mercati azionari europei permane un clima d’incertezza. Anche oggi gli indici delle Borse del Vecchio Continente hanno chiuso in terreno negativo. Questo continuo alternarsi di sedute positive e di sedute negative mostra come in questo momento gli operatori non sappiano cosa fare. Nelle ultime sedute Omicron, la variante del Covid individuata in Sudafrica, aveva fortemente influenzato l’andamento dei prezzi delle Borse. I nostri Analisti aveva già anticipato il motivo per cui Omicron condizionerà Piazza Affari e i mercati azionari nelle prossime sedute di Borsa.

Wall Street torna a correre

Anche nella seduta di oggi è accaduto lo stesso. Le Borse europee hanno avuto un avvio incerto perché negli Stati Uniti è apparso il primo caso di contagio da Omicron. I principali listini europei hanno aperto in pesante ribasso su questa notizia e sono scesi per tutta la mattinata. Solamente nel pomeriggio hanno iniziato a recuperare un po’ di terreno grazie all’avvio positivo di Wall Street.

Oggi la Borsa americana ha aperto in deciso rialzo e al momento della chiusura sui mercati europei l’S&P 500 stava guadagnando l’1% circa. Wall Street non sembra preoccupata del primo contagiato da Omicron sul territorio Usa, al contrario dell’Europa. Gli operatori sui mercati americani oggi erano concentrati nell’attesa di un dato economico molto importante, le nuove richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione. Le richieste sono aumentate rispetto alla settimana precedente ma il valore è stato inferiore alle attese. Questo dato è stato interpretato come positivo dagli operatori che in avvio di seduta hanno iniziato a comprare.

Omicron e inflazione spaventano le Borse e gli iPhone affossano questo titolo che impiomba Piazza Affari

Purtroppo il recupero dei mercati azionari del Vecchio Continente è stato parziale perché nel frattempo si è insinuata un’altra paura tra gli operatori, l’inflazione. Per qualche giorno il timore della forte crescita dei prezzi è stato offuscato dalla nuova variante del Covid. Oggi l’inflazione è tornata a spaventare i mercati probabilmente anche a seguito delle parole di Panetta membro del board della BCE. Panetta ha dichiarato che lo shock inflazionistico sta mettendo a dura prova la ripresa dell’economia europea. Parole che non sono piaciute ai mercati del Vecchio Continente.

Alla fine della seduta le principali Borse di Eurolandia hanno accusato un calo attorno al punto e mezzo percentuale. L’indice Euro Stoxx 50 ha ceduto l’1,7% dopo il guadagno del 2,4% della seduta di ieri. Pesante anche la Borsa di Francoforte, in calo dell’1,4% e la Borsa di Parigi in ribasso dell’1,2%. La Borsa di Londra ha limitato i danni scendendo solamente dello 0,5%.

Seduta in deciso ribasso anche a Piazza Affari. L’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha perduto l’1,4% ma i prezzi hanno chiuso sopra i 26.000 punti, terminando a 26.005 punti. Da segnalare tra le blue chip il ritorno al rialzo di Telecom. Il mercato sta scommettendo sul rilancio dell’offerta al rialzo del fondo KKR. Inoltre spicca il crollo di STM che ha ceduto il 6% e ha zavorrato il listino milanese. Omicron e inflazione spaventano le Borse e gli iPhone affossano questo titolo che impiomba Piazza Affari. Infatti gli operatori hanno venduto l’azione a piene mani dopo che è stata diffusa la notizia del calo delle richieste dei modelli dell’iPhone. Il gruppo STM è uno dei maggiori fornitori della Apple.

Approfondimento
Il punto sui mercati

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te