Oggi a Wall Street i nodi potrebbero venire al pettine

Oggi a Wall Street i nodi potrebbero venire al pettine-Foto da pixabay.com

Ieri è scaduto il nostro setup annuale rosso. Il prossimo scadrà il 19 ottbre. Cosa accadrà da oggi in poi? La chiusura di seduta odierna potrebbe già dare delle indicazioni abbastanza attendibili fino alla prima settimana di luglio. Oggi a Wall Street i nodi potrebbero venire al pettine facendo capire le reali intenzioni. Ricordianmo che i mercati azionari dai minimi di ottobre scorso sono saliti del 25% circa, anche se di tanto in tanto si è assistito a un ritracacimento di circa il 5%.

Analisi di Bank of America

In una recente comunicazione, Bank of America Securities ha analizzato i punti di forza e di debolezza di Alphabet e Meta Platforms, evidenziando dieci elementi chiave che influenzano le loro azioni.

Tendenze dei ricavi a breve termine: previsti rallentamenti nei ricavi pubblicitari per entrambe le aziende, con Alphabet che beneficia di un minor rallentamento rispetto a Meta.
Sentimento dell’intelligenza artificiale: entrambe le aziende sono favorevolmente influenzate dall’AI, con Meta che risulta avvantaggiata per la sua integrazione e i nuovi strumenti AI.
Attività emergenti e sottovalutate: Alphabet è vista positivamente per l’uso dell’AI nel cloud e per le opportunità di Waymo. Meta ha potenziale nella messaggistica AI, ma le perdite nella realtà virtuale sono un punto debole.
Previsioni di crescita a medio termine: Meta ha un leggero vantaggio con tassi di crescita previsti più alti per fatturato ed EPS.
Concorrenza di mercato: Meta potrebbe trarre vantaggio dalla riallocazione della spesa pubblicitaria causata dalla legislazione su TikTok, ma affronta rischi dalla concorrenza come Apple Vision Pro.
Potenziale di riduzione dei costi: Alphabet ha un maggiore potenziale di ridurre le spese e aumentare l’EPS.
Sfide normative: Meta affronta minori problemi normativi rispetto ad Alphabet negli Stati Uniti.
Aggiornamenti sulla privacy: Alphabet è avvantaggiata dalle modifiche sulla privacy, grazie alla rilevanza dei dati di ricerca e alla sua posizione con Android.
Valutazione finanziaria: entrambe le aziende hanno rapporti finanziari comparabili, con valutazioni considerate miste.
Potenziali fattori scatenanti: entrambe le aziende hanno potenziali influenze positive e negative, con Meta vista più favorevolmente per i cambiamenti nella spesa pubblicitaria e nuovi prodotti AI.
In sintesi, Bank of America vede sei elementi a favore di Meta, tre a favore di Alphabet e uno misto.

Studio dei grafici

Bank of America

Le azioni negli ultimi giorni  si sono mosse in area 39,38 dollari, dopo che nel corso dell’anno hanno segnato il minimo 30,36  e il massimo a 40,34. L’Alligator Indicator sui time frame giornaliero e settimanale è impostato rialzo con divergenze rialziste. Abbiamo tracciato una trend line a partire da dicembre dello scorso anno e poi gennaio. Questa è stata fatta passare dai massimi annuali segnati di volta in volta durante l’anno. Quale risultato? I prezzi da fine maggio vengono respinti da questa resistenza. Cosa potrebbe accadere da ora in poi?

Il supporto più importante al momento è 37,36 dollari, minimo segnato in data 30 maggio. Una chiusura di seduta inferiore a questo livello potrebbe far iniziare un ritracciamento, con obiettivo primo la media mobile a 200 giorni passante attualmente per 34,623.

Oggi a Wall Street i nodi potrebbero venire al pettine: i livelli di breve termine

La giornata di contrattazione del 27 giugno ha chiuso ai seguenti prezzi:

Dow Jones

39.164

Nasdaq C.

17.858

S&P500

5.482,8.

La tendenza dei prezzi per il momento continua a rimanere rialzista. Inizio di una probabile fase ribassista se la chiusra odierna sarà inferiore a:

Dow Jones

38.430

Nasdaq C.

17.634

S&P500

5.420.

Lettura consigliata

In molti vogliono una casa al mare a Sanremo, ma quanto costa? Scopriamolo

Consigliati per te

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sui commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta ora l'articolox