Occhio alle truffe alla vecchia maniera perché sono sempre più diffuse e spaventano ancora molte persone

Con la diffusione di internet e dei social network si sente sempre più spesso parlare delle truffe online. Non solo tramite e mail, ma anche WhatsApp, Facebook e altri social. I truffatori, spesso, inseriscono all’interno dei messaggi elettronici dei link che, se cliccati dalla sventurata vittima, consentono ai malintenzionati l’accesso alle credenziali bancarie. Non sempre le banche sono tenute a risarcire i clienti che si fanno sottrarre le credenziali d’accesso al proprio conto.

Quello che, però, ultimamente preoccupa di più è la diffusione delle truffe alla vecchia maniera, soprattutto nei confronti degli anziani. Le persone anziane sono le vittime preferite dei truffatori per vari motivi. Intanto, il buon cuore che hanno spesso li porta a rendersi disponibili e aiutare il prossimo molto altruisticamente e ingenuamente.

Tecniche diffuse

Oltre alla dolce ingenuità, i truffatori puntano sul tempo trascorso in casa dagli anziani. Mirano soprattutto a quelli che vivono soli. In più, tenere soldi e preziosi in casa costituisce un’abitudine piuttosto diffusa tra gli anziani. Infatti, le persone di una certa età non hanno, in alcuni casi, molta dimestichezza con gli strumenti di pagamento elettronici e preferiscono avere soldi contanti. Tengono in casa anche i preziosi e i gioielli di famiglia. Dunque, tutta una serie di condizioni che li rendono, purtroppo, le vittime perfette dei truffatori.

E allora, occhio alle truffe alla vecchia maniera che ultimamente stanno colpendo moltissime persone anziane. Ci sono moltissimi tipi e varianti di truffe ai danni degli anziani. Nell’ultimo periodo è molto diffusa la c.d. truffa dello straccio. Lo sviluppo della truffa è piuttosto semplice e presto detto. I malviventi, che solitamente agiscono in due, puntano la casa di una persona anziana, magari quella con un piano basso e con un balcone. Lanciano uno straccio sul terrazzo del malcapitato. Fatto questo, uno dei due truffatori bussa alla porta della persona anziana, fingendo di essere il collaboratore domestico di qualche condomino dei piani superiori. Si scusa con la persona anziana sostenendo di aver fatto cadere lo straccio dal piano superiore. Entrato in casa, e lasciata la porta socchiusa, il truffatore distrae la vittima. A questo punto il complice entra dalla porta socchiusa e svaligia l’appartamento della persona anziana.

Occhio alle truffe alla vecchia maniera perché sono sempre più diffuse e spaventano ancora molte persone

Come questa ci sono tanti altri tipi di truffe. Da quella della perdita di gas a quella della cauzione fino a quella dell’assicurazione. Un consiglio è quello di informare dei rischi le persone anziane e parlare con loro della possibilità di truffe ai loro danni. Oltre a questo, sarebbe opportuno lasciare in solitudine le persone anziane il meno possibile. Questo per far sentire il nostro sostegno affettivo e per proteggerle da questo e altri tipi di rischio in modo concreto.

Approfondimento 

Attenzione a questi pericolosi messaggi via WhatsApp o email che sono truffe sempre più diffuse ma la banca deve risarcire il cliente se i soldi spariscono dal suo conto

Consigliati per te