Metodi per pulire l’erba sintetica e togliere la puzza di pipì dei cani

Stare all’aria aperta fa bene a noi e ai nostri amici animali. Cani e gatti in un balcone messo in sicurezza possono gironzolare e giocare tranquilli mentre noi sorseggiamo un caffè o leggiamo un libro. Se abbiamo uno spazio esterno più grande come un terrazzo possiamo sbizzarrirci nel sistemare vasi di fiori e magari un divanetto. In particolar modo, in giardino possiamo trascorrere del tempo specialmente in estate, organizzando grigliate, prendendo il sole sulla sdraio e giocando con i bambini e i cani.

Vantaggi del prato in erba sintetica

In questo spazio potremmo scegliere di mettere aiuole, ghiaietta, un manto erboso. Sappiamo, però, che tutto ciò comporta una cura continua. Se non abbiamo molto tempo libero a disposizione, ci sarebbe una soluzione, l’erba sintetica.

Stendere un prato finto è abbastanza facile e si può mettere anche sul terrazzo. Evita periodici tagli, la formazione di fango quando piove, buche per la presenza di talpe. La manutenzione è facile e permette anche a chi ha poco tempo di godere di un giardino verde e in ordine.

Come lavare e profumare il manto erboso artificiale

Scopriamo ora dei metodi per pulire l’erba sintetica. In primo luogo, sebbene il prato artificiale procuri meno preoccupazioni, può presentare comunque polvere, foglie secche, pollini, residui di cibo dopo un pranzo o un barbecue.

Prima di tutto potremo passare una scopa di erica o saggina oppure un rastrello in plastica per rimuovere i corpi estranei. Potremmo pure usare un soffiatore per spostare in un punto le foglie secche o i detriti.

Un metodo semplice di pulizia, poi, consiste nel getto d’acqua tramite un semplice tubo d’irrigazione. In caso di sporco ostinato, dopo aver bagnato l’erba spargiamo un po’ di detersivo biologico per i piatti e rilaviamo dopo un minuto. Dopo l’asciugatura ripassiamo il rastrello per pettinare i fili di erba. Invece di quello per le stoviglie è altrettanto utile il detersivo per fibre sintetiche, magari profumato.

Un ulteriore metodo consiste nel passare una normale scopa bagnata con acqua e sapone, anche di Marsiglia. Dopo laviamo bene le setole e ripassiamola sul prato sintetico con acqua pulita. Lasciamo asciugare e usiamo il rastrello.

Si potrebbe adottare un sistema di lavaggio alternativo grazie all’idropulitrice, utile anche per vialetti, auto e muretti.

Metodi per pulire l’erba sintetica e togliere la puzza di pipì dei cani

Se in qualche punto del giardino il nostro cane ha fatto la pipì, oltre a lavare con uno dei metodi descritti, potremmo usare un panno con una soluzione di acqua e aceto in pari quantità. Un altro rimedio consiste nell’usare acqua e succo di limone. In questo modo contrasteremo l’eventuale odore di urina sul prato.

I produttori di erba sintetica, infine, raccomandano di evitare sostanze tipo la candeggina e anche scope o rastrelli in metallo, che potrebbero danneggiare i fili d’erba.

Meglio, inoltre, preferire sedie in plastica e non di ferro, poiché l’eventuale ruggine potrebbe depositarsi sul prato.

Dopo la pulizia non resterà che goderci il giardino, magari pensando alla prossima grigliata con gli amici.

Lettura consigliata

Per pulire e proteggere i mobili in legno da giardino anche in teak dal sole o muffe si può agire così

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te