Mai superare i limiti in questa situazione per non incorrere in gravi conseguenze

In pochi immaginano di porre in essere un comportamento penalmente rilevante quando decidono di “rubare” un bacio ad un’altra persona.

La Corte di Cassazione, negli anni, è tornata spesso sulla questione in oggetto: la rilevanza penale di un semplice bacio.

La giurisprudenza, infatti, si è interrogata sulla qualificazione del fatto come vera e propria violenza sessuale. In particolare, nel caso in cui il dissenso della vittima sia manifestato in maniera implicita o esplicita.

Mai superare i limiti in questa situazione per non incorrere in gravi conseguenze.

La vicenda

La Corte di Cassazione è intervenuta sulla questione nel 2019 con la sentenza n. 36636/2019. Gli Ermellini hanno deciso la vicenda di una donna che era stata baciata, contro la sua volontà, in una palestra.

I giudici hanno ritenuto che si trattasse di un’indebita interferenza nella sfera intima e privata della vittima. Si è, quindi, ravvisato che il reato integrato è quello di violenza sessuale ex art. 609 bis del codice penale.

La Corte ha, però, precisato che la natura dell’atto andrà valutata dal singolo giudice caso per caso. Per condannare ex art. 609 bis c.p. sarà necessario studiare approfonditamente la condotta nel suo complesso.

Rivestiranno grande importanza il contesto in cui si è verificata, la relazione che intercorre tra i soggetti coinvolti e l’incidenza sulla libertà della persona offesa.

Oltre a questo, sarà molto importante tenere conto del luogo in cui è avvenuto il fatto (sul lavoro, per strada, in locali o in un’abitazione privata). Oltre alle ripercussioni sulla vita privata della vittima.

Infatti la Corte, per decidere il caso, ha valutato attentamente il contesto e la situazione in cui è avvenuto il fatto.

Inoltre, ha riconosciuto veritiere le dichiarazioni della vittima che sosteneva di avere respinto più volte l’uomo. L’imputato, oltretutto, aveva anche intimato alla donna di non riferire a nessuno il fatto occorso.

In una precedente pronuncia la Corte aveva escluso il reato di violenza sessuale nel caso di bacio dato in maniera repentina sulla guancia. In questo caso si era ritenuto integrato il reato di violenza privata ex art. 610 del codice penale.

Ovviamente, sarà esclusa la rilevanza penale di un bacio privo di malizia. Specialmente nel caso in cui questo avvenga in Paesi dove si è soliti utilizzare un bacio come saluto, un esempio è la Russia.

Quindi, mai superare i limiti in questa situazione per non incorrere in gravi conseguenze.

Per approfondire si consiglia la lettura di questo articolo.

Consigliati per te