Mai più puzza di broccoli e cavoli in cucina se usiamo preventivamente questi tre trucchetti antiodore

Le verdure invernali come broccoli, cavoli, cavolfiori e verze sono certamente parte integrante della nostra dieta durante i mesi freddi. Una fonte preziosissima di vitamine, sali minerali e fibre che dovremmo mettere in tavola regolarmente. Purtroppo, però, hanno un problema: puzzano terribilmente durante la cottura. E impestano non soltanto la cucina, ma tutta la casa. Quante volte abbiamo dimenticato di chiudere la porta della cucina mentre preparavamo la cena per ritrovarci le camere da letto appestate dalla puzza di cavolo? Una vera seccatura e certamente non piacevole. Ma c’è una soluzione.

Agiamo prima che si sprigioni la puzza

Prevenire è meglio che curare e questo vale anche per le faccende domestiche. Invece di scacciare la puzza dopo che ha appestato tutta la casa, con risultati spesso scarsi, il trucco per una cucina profumata sta nella prevenzione. Possiamo evitare che la puzza di cavolo e cavolfiori appesti l’aria della cucina con tre semplici trucchetti. Vediamo quali.

Le foglie di alloro nell’acqua di cottura fanno miracoli

Per contrastare la temuta puzza di cavolo, basta immergere qualche foglia di alloro nell’acqua di cottura, magari accompagnata da un cucchiaio di aceto bianco. Questi ingredienti non influenzeranno il sapore del cavolo, ma aiuteranno a limitare fortemente l’emissione dei cattivi odori. Mai più puzza di broccoli e cavoli in cucina se seguiamo questa semplice regola preventiva.

La cottura veloce è il trucco per non far sprigionare la puzza

Molti fanno l’errore di cucinare cavoli, broccoli e cavolfiori tagliandoli in pezzi grossolani. Questa tecnica senz’altro è efficace, ma richiede tempi più lunghi, e quindi più puzza. Per limitare i cattivi odori operiamo invece la cottura veloce. Efficace soprattutto col cavolo, ma anche con altre verdure puzzolenti. Tagliamo prima la verdura in pezzi molto fini, e poi gettiamola direttamente nell’acqua bollente. Basteranno pochissimi minuti per farla cuocere, e quindi si sprigionerà meno odore rispetto a una cottura prolungata. Ricordiamoci di mettere sempre il coperchio sulla pentola, per non far sprigionare vapori puzzolenti.

Mai più puzza di broccoli e cavoli in cucina se usiamo preventivamente questi tre trucchetti antiodore

Il terzo trucchetto consiste nel fare attenzione a porte e finestre. Il trucco migliore e definitivo per avere una casa profumata è non permettere agli odori di permanere in cucina e impregnare tende, strofinacci e tovaglie. Per questo, dobbiamo usare un po’ di tattica per creare una corrente favorevole. Apriamo le finestre di casa per creare una corrente che attraversi la cucina e porti via l’odore immediatamente.

La ventola della cappa può venirci in aiuto, ma solo se siamo disposti a pulirla immediatamente dopo aver cucinato. Altrimenti rischia di diventare essa stessa una fonte di cattivi odori e potrebbe anche contaminare il cibo durante la cottura.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te